Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 18:33

Truffa milionaria: 5 arrestati dalla Gdf

Avrebbero frodato lo Stato e l'Ue, attraverso erogazioni previste dalla legge 488 del '92. Al centro dell'inchiesta, la ditta "Tema tecnologie meccaniche", destinataria di un finanziamento di poco meno di 4 milioni di €
Truffa milionaria: 5 arrestati dalla Gdf
LECCE - Cinque persone sono state arrestate da militari della Guardia di finanza per una presunta truffa di alcuni milioni di euro ai danni dello Stato e dell'Ue, attraverso erogazioni previste dalla legge 488 del '92. La truffa - secondo l'accusa - è stata compiuta dalla "Tema tecnologie meccaniche" di Lecce, impresa operante nel settore del trattamento e rivestimento di metalli.
Secondo quanto sarebbe stato accertato, erano state emesse fatture per operazioni in tutto o in parte inesistenti fornite dalla "Stamin s.r.l." di Lecce. Inoltre, i macchinari e le attrezzature che avevano usufruito del finanziamento sono risultati usati e riadattati, in modo da farli apparire nuovi attraverso la produzione di falsa documentazione tecnica e falsa certificazione di collaudi.
Il finanziamento concesso alla società è di circa tre milioni e 840 mila euro ed era stato già in parte erogato per circa un milione 280 mila euro.
Le persone arrestate sono: Fernando Fracasso, di Parabita, ex amministratore della "Tema s.r.l."; Savino Tesoro di Ambivere (Bergamo), attuale amministratore della "Tema s.r.l."; Angelo Cazzolla, di Copertino (Lecce), rappresentante legale della "Stamin s.r.l."; Antonio Troncone di Lecce e Gianfranco Guerrieri di Campi Salentina (Lecce), quali responsabili tecnici della "Tema s.r.l.".
Il presunto raggiro è stato scoperto al termine di indagini che si sono avvalse anche di esami documentali, accertamenti bancari, sopralluoghi, rilevamenti materiali e assunzione di informazioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione