Cerca

Lunedì 22 Gennaio 2018 | 07:26

Taranto - Cadavere carbonizzato in un'auto

Macabro ritrovamento presso Ginosa, in località Pantano, in una stradina nelle vicinanze della statale jonica 106, quasi al confine con la provincia di Matera. Potrebbe trattarsi di una persona di Policoro, sembra con qualche precedente per droga
GINOSA (Taranto) - Il corpo completamente carbonizzato di una persona è stato trovato nel bagagliaio di una Lancia Delta, anche questa distrutta dalle fiamme, in località Pantano, in una stradina nelle vicinanze della statale jonica 106, quasi al confine con la provincia di Matera.
A trovare il cadavere è stato un vigilante di un istituto privato che, durante una perlustrazione nella zona, ha notato la carcassa dell'autovettura vicino al cancello d'ingresso di un podere e, avvicinatosi, ha scoperto che conteneva un cadavere.
Immediato l'allarme ai Carabinieri della Compagnia di Castellaneta, giunti sul posto insieme ai loro colleghi del Reparto operativo di Taranto e di Policoro (Matera) e al magistrato di turno, il sostituto procuratore presso il Tribunale di Taranto Ida Perrone.
Al momento non ci sono elementi per identificare la vittima. Tuttavia, una piccola indicazione utile per risalire alla sua identità c'è, e porterebbe a una persona di Policoro, sembra con qualche precedente per reati di droga, che da tre giorni risulta scomparsa. Lo stesso vigilante che ha trovato la carcassa dell'automobile avrebbe riferito agli inquirenti che l'ultimo suo controllo nella zona risaliva al pomeriggio di sabato scorso, e nella stradina la Lancia Delta non c'era. Il giallo legato all'identità della vittima, quindi, potrebbe essere risolto nel giro di poche ore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400