Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 15:02

Calcio - Sconfitta a tavolino per il Taranto contro la Cavese

La decisione della Lega per i disordini sugli spalti avvenuti nella gara del 17 ottobre tra le due squadre. Un centinaio sono stati, invece, i tifosi denunciati dalle forze dell'ordine all'autorità giudiziaria
FIRENZE - Sconfitta a tavolino per 0-3 e obbligo di disputare a porte chiuse quattro gare effettive: è questa la decisione presa dal giudice sportivo della Lega di serie C a carico di Taranto e Cavese per i disordini sugli spalti avvenuti nella gara del 17 ottobre. I provvedimenti valgono per entrambe le società.
Lancio di sassi, bengala, spranghe e di altri oggetti in campo e fra tifoserie, tra cui un pezzo di cemento armato di mezzo chilo staccato dallo stadio, sono alcuni degli episodi di violenza che hanno contribuito a determinare le sanzioni del giudice sportivo contro Taranto e Cavese.
A causa dei disordini l' incontro Taranto-Cavese, valido per la serie C/2 girone C, è stato sospeso tre volte, fino alla interruzione definitiva decisa dall'arbitro Velotto al 33' del primo tempo sul punteggio di 0-1. Sia prima, sia durante sia dopo la partita si sono verificati incidenti tra i tifosi, al punto che il giudice sportivo ha ritenuto, per la responsabilità oggettiva delle due società, «equo infliggere ad entrambe le società la punizione sportiva della perdita della gara».
Un centinaio sono stati, invece, i tifosi denunciati dalle forze dell'ordine all'autorità giudiziaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione