Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 01:58

Bari - Sparatoria davanti a scuola, indagato ferito

Giuseppe Ladisa, pregiudicato di 27 anni, era rimasto ferito ieri a Ceglie del Campo in una sparatoria sulla via Di Venere, a pochi passi da una scuola. Le indagini non hanno ancora fatto chiarezza; a sparare sarebbero state più persone, in sella a motorini
BARI - E' indagato per favoreggiamento Giuseppe Ladisa, il pregiudicato di 27 anni ferito ieri a Ceglie del Campo in una sparatoria che si è svolta sulla via Di Venere, a pochi passi da una scuola.
Il giovane, che si era recato ieri pomeriggio in ospedale per farsi medicare una ferita d'arma da fuoco alla gamba, ha lasciato il nosocomio ieri sera stessa, senza il consenso dei medici. E' indagato perchè, secondo gli investigatori, non ha in alcun modo collaborato.
Le indagini sulla sparatoria, condotte dalla squadra mobile, non hanno ancora fatto chiarezza sull'accaduto, o perlomeno non sono stati resi noti elementi per una ricostruzione complessiva della vicenda. Sul posto sono stati trovati tredici bossoli sparati da armi diverse, forse anche più di due: a sparare sarebbero state più persone, in sella a motorini, ma non se ne conosce il numero esatto.
Gli investigatori stanno in queste ore interrogando numerose persone e compiendo perquisizioni nel quartiere. Sono stati eseguiti anche diversi esami stub.
Non si esclude che la sparatoria sia da far risalire ad uno scontro tra bande facenti capo a clan rivali, ma gli investigatori non confermano l'appartenenza di Ladisa ad uno dei clan cittadini: il giovane, infatti, era stato coinvolto tempo fa in vicende che riguardavano l'attività del clan Di Cosola, ma potrebbe essere attualmente più vicino agli Strisciuglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione