Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 09:22

«Noi truffati proponiamo risarcimenti scontati»

Appello dell'avvocato Gaetano Scamarcio nei confronti del Monte dei Paschi di Siena, che ha assorbito la ex «Banca 121», al centro di un'inchiesta per truffa aggravata avviata dalla Procura di Trani. «Offerto» il 10 %, si attendono risposte
«Noi truffati proponiamo risarcimenti scontati»
TRANI - Sarebbero disposti anche ad offrire uno sconto del 10% sulle somme dei titoli da loro sottoscritti. In cambio vorrebbero solo una «manifestazione d'interesse» del Monte dei Paschi di Siena.
Protagonisti della vicenda, un centinaio di sottoscrittori di prodotti finanziari dell'ex «Banca 121» (ora gruppo Mps), da tempo al centro di un'inchiesta per truffa aggravata avviata dalla Procura di Trani.
Attraverso l'avvocato Gaetano Scamarcio, i sottoscrittori hanno avanzato la proposta al «Monte del Paschi di Siena». È stato l' avv. Scamarcio a comunicare di aver letto «che il Mps, per l' ex Banca 121, sino a tre giorni fa, avrebbe "valutato" circa il 90% dei prodotti strutturati (Btp-tel), mentre il restante 10% sarebbe stato "valutato" a fine anno. E che il 60% dei risparmiatori avrebbe ottenuto il rimborso totale del capitale perduto, mentre il 35% avrebbe conseguito non meno del 60% delle somme polverizzate, nonostante che i contratti fossero stati presentati e venduti a capitale garantito».
Da qui la proposta del centinaio di clienti difesi da Scamarcio: «Difendo - dice - quasi un centinaio di persone offese dal reato di truffa e da me non si è presentato ancora nessuno per valutare i loro contratti. Se qualcuno del Monte Paschi Siena si presentasse nel mio studio dichiaro sin da ora di essere in grado di convincere i miei clienti ad operare uno sconto del 10% sulle somme loro dovute».
L'avvocato Scamarcio è lo stesso legale che, con una denuncia a sua firma, nei mesi scorsi, indusse il Pm del Tribunale di Trani, Antonio Savasta, ad iscrivere nel registro degli indagati anche il nome del governatore di Bankitalia, Antonio Fazio, per il reato di favoreggiamento reale. Lo stesso Pm ha recentemente chiesto al giudice per le indagini preliminari l'archiviazione della posizione di Fazio, insieme a quella dell'altro illustre coinvolto, l'ex presidente della Consob, Luigi Spaventa. Il giudice del tribunale di Trani deciderà il 3 novembre prossimo.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione