Lunedì 23 Luglio 2018 | 04:13

Arrestato terrore dei farmacisti

Un algerino di 25 anni aveva rapinato, con grande strafottenza, 6 farmacie di Barletta in poco più di un mese. E' stato bloccato dai carabinieri, ma non si sa per quanto resterà «fuori gioco»
BARLETTA - Era diventato il terrore dei farmacisti. E tra questi, uno in particolare, quello di via Casardi, l'aveva rapinato tre volte nelle ultime quattro settimane. Nell'ultima, ieri pomeriggio, aveva detto al famacista, uscendo: «Dì ai poliziotti che sono sempre io».
Il farmacista, ormai esasperato aveva denunciato pubblicamente la continua aggressione e soprattutto il «gravissimo e insostenibile stato di assenza di sicurezza del territorio che avrebbe potuto compromettere il regolare svolgimento di un pubblico servizio».
Proprio mentre il farmacista sfogava la sua rabbia, scrivendo anche a Ciampi, il rapinatore è finito in manette, bloccato da un maresciallo dei carabinieri che l'aveva notato in strani atteggiamenti nella zona del centro storico.
Il rapinatore, un algerino di 25 anni, Abdelatif Kassour, già noto alle forze dell'ordine per rapine, ma appartenente ad una famiglia regolarmente integrata e residente da tempo a Barletta, in poco più di un mese avrebbe assaltato per sei volte diverse farmacie. Agiva da solo, con il volto coperto da calzamaglia ed armato di taglierino.
Dolo l'ultimo colpo è stato arrestato e trasferito al carcere di Trani, mentre un suo presunto complice, un incensurato di Barletta, è stato denunciato.
L'arresto del rapinatore strafottente mette così fine alla serie di rapine compiute in città dall'algerino. Almeno finché resterà in carcere.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS