Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 08:52

A Corato 500 apparecchi fax rubati

Erano stati sottratti in Lombardia mentre erano su un tir diretto in Germania. I carabinieri li hanno trovati in un deposito sulla s.p. «231». Denunciato un barese per ricettazione
CORATO - Oltre cinquecento apparecchi fax, rubati in Lombardia, diretti al mercato tedesco, erano invece finiti in un deposito di Corato, sulla strada provinciale «231».
La scoperta è stata effettuata dai carabinieri della stazione di Corato dopo una serie di indagini partiti una segnalazione arrivata da Canicattì, in Sicilia. Nei guai, per ricettazione, è finito un 49enne barese, amministratore delegato di una società del luogo specializzata nella vendita di componenti elettronici ed attrezzature informatiche.
Il via alle indagini è arrivato da un acquirente siciliano di un apparecchio fax di una nota azienda piemontese. L'acquisto era stato effettuato in un regolare negozio rivenditore ma l'acquirente ha ben presto scoperto che il manuale del suo fax era in lingua tedesca.
Ha quindi telefonato al numero «verde» dell'azienda piemontese per chiedere spiegazioni ed informazioni: la richiesta ha insospettito l'interlocutore che ha chiesto più dettagli sull'acquisto e sui numeri seriali dell'apparecchio, in parte cancellati. Uno scambio di dati e di informazioni ed i carabinieri hanno messo le mani sul traffico di apparecchi fax rubati ad un camionista diretto in Germania, assaltato nel milanese, e finiti a Corato, nel capannone coratino di un'azienda barese che aveva rifornito anche il negozio di Canicattì. Per il momento è finito nei guai l'amministratore delegato dell'azienda, ma i militari non escludono ulteriori sviluppi.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione