Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 05:56

Bari - Vendesi appartamenti in casa di riposo

Condannato in primo grado l'imprenditore edile Francesco Rafaschieri: avrebbe costruito appartamenti su un terreno destinato ad un centro polifunzionale per la terza età
BARI - Il 77enne imprenditore edile barese Francesco Rafaschieri è stato condannato a due anni di reclusione. Avrebbe truffato gli acquirenti di alcuni appartamenti realizzati in un complesso immobiliare che avrebbe dovuto essere adibito a casa di riposo per anziani. Lo ha deciso il Tribunale di Bari.
Il giudice monocratico Sergio Di Paola ha dichiarato invece prescritti i reati di natura urbanistica che il pm inquirente, Ciro Angelillis, contestava a Rafaschieri, in quanto rappresentante legale della "Iea SpA", società proprietaria del complesso, e ai direttori dei lavori, Luigi Bergamasco, di 46 anni, e Armando De Cillis, di 62.
I fatti risalgono al settembre 1997 e fanno riferimento alla costruzione del complesso "Agora", realizzato in via Fanelli, a Bari, che - secondo il giudice - aveva caratteristiche tipologiche integralmente diverse dal centro polifunzionale per la terza età, per il quale la società costruttrice aveva ottenuto le necessarie concessioni edilizie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione