Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 04:07

Molfetta - Tritolo tra i frangiflutti

La scoperta di cinque chili di esplosivo è avvenuta nel corso di alcuni controlli dei finanzieri nella zona del porto
MOLFETTA - Cinque chili di tritolo, nascosti in un involucro di plastica, sono stati rinvenuti nella zona del porto di Molfetta dai finanzieri della locale tenenza.
L'esplosivo era stato confezionato in due panetti, di circa due chili, realizzati con buste di plastica sigillate con nastro adesivo. I due panetti erano stati nascosti negli anfratti dei frangiflutti situati nella parte esterna del porto di Molfetta.
La scoperta è avvenuta nel corso di alcuni controlli dei finanzieri nella zona del porto. I militari delle fiamme gialle hanno notato due giovani che, alla vista dei militari, si sono allontanati da via a piedi con una certa fretta. Insospettiti hanno raggiuntola zona del frangiflutti e notato i due involucri. I due giovani sono stai inseguiti da un'altra pattuglia ma sono riusciti a dileguarsi nei vicoli del centro storico della città.
Nella zona si è reso necessari l'intervento dei sommozzatori del servizio aeronavale per scandagliare il fondo al fine di verificare che non vi fosse altro esplosivo nell'area circostante. Secondo i militari il tritolo proverrebbe dallo svuotamento di mine anticarro.
Un'operazione pericolosa effettuata quindi da esperti. Gli stessi militari ritengono che il tritolo fosse destinato a pescatori di frodo, nei confronti dei quali i finanzieri da tempo hanno avviato un intensa attività di repressione.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione