Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 12:41

Il padre lo caccia da casa e lui lo rapina

Ha atteso nel palazzo che suo padre rientrasse dal lavoro. Quando l'uomo è uscito dall'ascensore, col volto coperto da una calzamaglia, lo ha aggredito colpendolo al volto per due volte col calcio della pistola e sottraendogli 1.500 euro
TARANTO - Un mese fa il padre lo aveva allontanato da casa dopo l'ennesimo litigio. Ieri sera la ritorsione: lo ha atteso dinanzi alla porta di casa e, a volto coperto e armato di pistola, lo ha aggredito e rapinato. Maurizio Mastrovito, 34 anni, tarantino con precedenti penali per reati contro il patrimonio, è stato arrestato poche ore dopo dai carabinieri della compagnia di Taranto.
Il fatto è avvenuto in un edificio al quartiere Salinella. Mastrovito, secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, ha atteso nel palazzo, nascosto vicino alla porta dell'ascensore, che suo padre, un fruttivendolo, rientrasse dal lavoro. Quando l'uomo è uscito dall'ascensore, il figlio, col volto coperto da una calzamaglia, lo ha aggredito colpendolo al volto per due volte col calcio della pistola e sottraendogli 1.500 euro, denaro con cui il fruttivendolo avrebbe dovuto pagare i fornitori la mattina seguente.
Il rapinatore è fuggito a piedi mentre la vittima ha dato l'allarme ai carabinieri. I militari, venuti a conoscenza della situazione familiare, si sono recati a casa della madre di Mastrovito, dove il giovane abitava da quando i suoi genitori si erano separati e dopo che suo padre lo aveva allontanato da casa. Durante la perquisizione, in un borsone nascosto in un armadio i carabinieri hanno trovato la stessa maglia che il giovane indossava al momento della rapina e una calzamaglia; nessuna traccia invece del denaro e della pistola.
Il fruttivendolo ha avuto solo lievi contusioni e non ha avuto neppure bisogno di farsi medicare.
I carabinieri hanno successivamente recuperato il telefono cellulare e metà del bottino, circa 750 euro, della rapina. Danaro e telefonino della vittima sono stati trovati nella cassetta della posta dell'abitazione della madre di Mastrovito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione