Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 18:31

Migliori servizi oncologici a Brindisi

All'ospedale «A. Perrino» è operativo e lavora a pieno regimeun centro in grado quotidianamente di provvedere al trattamento di una media di 70 pazienti
BRINDISI - «La situazione provocata dall'incidenza dei tumori a Brindisi richiede un'attenzione costante e un continuo impegno nel miglioramento dei servizi di prevenzione e di terapia. Il potenziamento di questi servizi deve avere, quindi, una collocazione prioritaria nella programmazione degli interventi sul territorio». Lo afferma il direttore generale dell'Ausl BR/1, Bruno Causo, che conferma la volontà dell'Azienda di voler affrontare seriamente il problema.
L'azienda ha, infatti, riunito in un unico centro tutta la parte di chemioterapia oncologia in regime di day hospital.
Questo Centro, ubicato nel Padiglione D0 al piano terra dell'ospedale «A. Perrino» di Brindisi, è operativo e lavora a pieno regime: quotidianamente può avere in trattamento una media di 70 pazienti, ospitati in ambienti accoglienti e luminosi. Il direttore Causo assicura che questa è solo la prima fase di un progetto più ampio.
«E' già pronta - aggiunge - al sesto piano dell'ospedale, una struttura con 20 posti letto per malati oncologici. I pazienti, per i quali è necessaria la degenza, potranno essere curati, in questo caso, in regime di ricovero. Per l'apertura di questo reparto c'è bisogno di un numero maggiore di medici.
Al momento, come è noto, vi è carenza perché alcuni hanno rifiutato l'incarico a tempo determinato. «Il trattamento oncologico non è mono specialistico pertanto stiamo organizzando - dichiara Causo- una trasversalità tra le varie specializzazioni affinché ogni medico che si occupa di oncologia nel proprio settore possa colloquiare con i suoi colleghi di altre branche specialistiche a vantaggio della professionalità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione