Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 15:13

Lite tra condomini a colpi d'accetta

In carcere sono finiti il 51enne Giuseppe Berardino e il 49enne Vincenzo Cavuoto, arrestati dai poliziotti di una volante del commissariato. Denunciate per rissa anche due donne
CORATO - Poteva sfociare in tragedia una semplice lite condominiale scoppiata l'altro pomeriggio, in pieno centro, a Corato. Alla fine i due protagonisti della zuffa, uno dei quali armato di accetta, sono finiti in manette. Altre due persone, che hanno partecipato alla rissa, sono state denunciate.
In carcere sono finiti il 51enne Giuseppe Berardino e il 49enne Vincenzo Cavuoto, arrestati dai poliziotti di una volante del commissariato.
Scenario della rissa, che si è protratta anche per strada, è stato uno stabile di via Vanucci. Due dei suoi inquilini, dopo l'ennesima discussione, si sono affrontati a calci e pugni. Ai due litiganti si sono poi aggiunte due donne, anche loro inquiline dello stabile, che non hanno esitato ad aggregarsi alla rissa.
Uno dei due inquilini, Berardino, ad un certo punto è riuscito a impugnare un'accetta ed ha minacciato di utilizzarla. Ha risolto tutto una telefonata anonima al «113»: gli agenti hanno disarmato Berardino ed hanno accompagnato i quattro litiganti prima al pronto soccorso - a causa delle contusioni riportate nella scambio «di opinioni» - poi in commissariato, dove le due donne sono state denunciate per rissa mentre per Berardino e Cavuoto è scattato l'arresto.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione