Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 05:59

A Brindisi «portavalori interforze»

Dopo l'assalto al furgone portavalori avvenuto l'altro giorno a Mesagne, servizio straordinario interforze tra polizia, carabinieri e guardia di finanza
BRINDISI - Dopo l' assalto al furgone portavalori avvenuto l' altro giorno nel territorio di Mesagne le forze dell' ordine hanno messo in campo un servizio straordinario interforze che si avvale di uomini e mezzi impiegati attraverso un interscambio tra polizia, carabinieri e guardia di finanza e che prevede anche l' impiego di elicotteri.
Lo annuncia un comunicato della questura di Brindisi. Sul territorio, a controllare tutte le principali arterie come le strade meno frequentate - è detto - ci sono 15 auto, quattro moto oltre agli elicotteri, per un totale di 70 uomini appartenenti alle varie forze dell'ordine. Sono stati inoltre messi in campo servizi di collaborazione con le questure ed i comandi operativi delle province di tutta la Puglia con uno scambio diretto e costante di informazioni.
Il ministero dell'Interno, tra l' altro, ha fornito una serie di indicazioni anche per quanto riguarda le misure di sicurezza attive e passive di cui i servizi di portavalori delle varie agenzie dovranno dotarsi. Tra questi è prevista la presenza nei contenitori di denaro con speciali dispositivi in grado di rendere inutilizzabili con inchiostro le banconote in caso di rapina, oltre a rivelatori satellitari. Per chi trasporterà denaro, poi, sarà obbligatorio indossare il giubbotto antiproiettile e per lo studio dei percorsi si dovranno prevedere accordi con le questure dei territori interessati al passaggio dei furgoni blindati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione