Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 02:25

Un premio ai «protagonisti della notte»

Prima edizione di «Tarantonotte thanks to..», dedicato a chi lavora "dietro le quinte" del divertimento dei giovani: operatori, dj, conduttori, animatori. I premiati
CASTELLANETA MARINA (TARANTO) - Un premio tutto dedicato ai "protagonisti" della notte è stato assegnato nel corso di una serata di festa, organizzata presso Cromie discoteque di Castellaneta Marina all'interno del parco divertimento Felisia.
L'occasione è stata promossa dall'associazione culturale "Bakstage" che ha varato per gli operatori del settore il primo premio «Tarantonotte thanks to..», in collaborazione con la On air communication.
Un grazie, perciò, a tutti coloro che "dietro le quinte", senza mai comparire sulla ribalta riservata ai volti e voci noti, lavorano giornalmente per organizzare il divertimento dei giovani. Quanti occhi ed orecchie, incollate fissamente ai cellulari, operano ogni giorno per questo? «Un numero da non avere idea» è stato affermato al Cromie e non sempre «questi ragazzi ricevono il giusto riconoscimento che si dovrebbe».
Per questi giovani è stato, perciò, previsto questo galà ed assegnare loro tangibili premi. Sono stati valutati sul campo. Per l'intera estate «Le telecamere della On air - dicono gli organizzatori - hanno ripreso il lavoro di tanti giovani operatori, dj, conduttori, animatori al servizio di un pubblico senza distinzioni di età, che per turismo visita Taranto e la provincia. Ospiti che arrivano nelle zone di Taranto per ammirare il suo patrimonio storico e architettonico e godere delle nostre bellezze naturali, ma che certamente non disdegnano una serata di sereno divertimento in discoteca».
La serata è stata anche occasione per discutere sull'importante settore del turismo "della notte" e, per questo, sono intervenuti imprenditori del settore, amministratori pubblici e sindacati.
Tutti si sono ritrovati d'accordo su un impegno comune: per rinvigorire l'offerta del "turismo notturno" è essenziale rendere operativa la concertazione con ben identificati programmi a medio-lungo termine.
Questo per rendere sempre più attraenti, utili per il territorio, sicure per lo spettacolo della notte cui rivolge la loro preferenza milioni di giovani, le discoteche. Esse, divenute ormai luoghi di incontro e socializzazione per i giovani, sono state al centro del dibattito sullo «sviluppo territoriale delle attività turistico-ricettive e d'intrattenimento».
Particolarmente incisivo è stato, al proposito, l'intervento di Ignazio Stasi, presidente provinciale ionico dell'associazione imprenditori locali da ballo, che ha messo in rilievo come «gli operatori dell'intrattenimento notturno fanno un lavoro difficile in un ambiente difficile. I privati nella realtà tarantina fanno da soli quello che possono e la stano facendo crescere, anche se essa è orfana di una vera cultura d'impresa. Si registra un miglioramento dei servizi nei locali notturni, anche se spesso il rapporto qualità-prezzo è sproporzionato».
Una realtà che - com'è stato evidenziato - deve essere considerata ancor più perché i recenti dati del turismo in provincia di Taranto piangono: si conta una flessione di ben 30mila presenze.
Eppure gli addetti ai lavori si sono mostrati fiduciosi nella ripresa del settore perché l'offerta turistica e dell'intrattenimento della provinciale ionica la si sta rendendo ancor più interessante ed attraente. «Gli Enti pubblici - è stato osservato e proposito - devono però cooperare e collaborare ancor di più con i privati, così come ha già programmato il Comune di Taranto per la prossima stagione». Comune capoluogo che ha adottato anche l'interessante circuito della promozione del turismo nautico, incentivato dalle idrovie e che giornalmente ospitano a bordo delle due motonavi migliaia di passeggeri.
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione