Cerca

Venerdì 19 Gennaio 2018 | 10:52

Arsenale della II Guerra sui fondali di Bisceglie

La scoperta è stata effettuata dai sommozzatori della Società Nazionale di Salvamento in una zona dove vige il divieto di balneazione e di pesca. Gli ordigni sono stati fatti brillare
BISCEGLIE - Un vero e proprio arsenale della seconda guerra mondiale sotto il mare. La scoperta è stata effettuata dai sommozzatori della Società Nazionale di Salvamento. Lo scenario è stato localizzato in una zona dove vige il divieto di balneazione e di pesca, difficilmente raggiungibile, in una zona dove sfociano le acque reflue del depuratore comunale.
Qui sono state rinvenute bombe di ogni tipo ancora attive dalla seconda guerra mondiale, adagiate sul basso fondale in località San Francesco: un deposito di decine di chili di tritolo.
Gli ordigni bellici erano a dieci metri di profondità e sono stati recuperati dai finanzieri del Reparto Aeronavale di Bari insieme agli artificieri del nucleo di Sminamento di Taranto e col supporto della guardia costiera.
Gli ordigni sono stati fatti brillare al largo a poco più di un miglio dalla costa mentre sono stati recuperati proiettili di cannone ed una mina anticarro.
Nella zona è stato recuperato anche materiale ferroso, tubi di provenienza ignota scaricati in mare. Saranno ora le "fiamme gialle" impegnati anche con un elicottero,a condurre le indagini per individuare la provenienza del materiale ferroso e l'eventualità che gli ordigni possano essere stati recuperati in passato secondo la necessità ed utilizzati da pescatori di frodo.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400