Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 00:38

Dal Cipe alla Puglia 783 milioni

Serviranno al nodo ferroviario di Bari, per l'ammodernamento della linea Bari-Taranto, per la metropolitana leggera e nel settore irriguo
BARI - Finanziamenti per complessivi 783 milioni di euro sono stati stanziati dal Cipe per la realizzazione o il completamento in Puglia di «grandi opere», e nell'ambito delle risorse assegnate alla Regione dal «Fondo aree sottoutilizzate». Lo ha annunciato stamani il presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, il quale si è detto soddisfatto per la «molta attenzione» del governo dimostrata alle necessità delle regioni del Mezzogiorno, e della Puglia in particolare.

Dei 783 milioni di euro dello stanziamento riservato alla Puglia dal Cipe, 200 milioni sono destinati al nodo ferroviario di Bari e saranno utilizzati sia per l'ammodernamento della linea delle Fs Bari-Taranto, nel tratto tra la stazione del capoluogo e quella di Sant'Andrea di Bitetto, sia per la realizzazione della metropolitana leggera.
Nel settore irriguo saranno utilizzati 133 milioni: 60 per la realizzazione dell'impianto di potabilizzazione delle acque dell'invaso di Conza, opera che viene inserita nel sistema idrico potabile regionale; 77 per la creazione, con opere collegate in Molise con la cui Regione quale sarà sottoscritto un protocollo d'intesa, «di uno dei sistemi idrici integrati più grandi d'Europa - ha sottolineato il presidente della Regione, Raffaele Fitto - che servirà la Capitanata e l'area meridionale del Molise». In base al progetto, la diga di Piano dei limiti, in provincia di Foggia, diventerà «parte del sistema idrico che verrà alimentato sia dalla diga di Occhito che dalle acque dei fiumi Biferno e Fortore».
Per quanto riguarda i fondi destinati alle aree cosiddette «sottoutilizzate», per il 2004 alla Regione Puglia saranno assegnati 446 milioni di euro (il 16,4 per cento dello stanziamento globale del Cipe), «ben 50 milioni in più rispetto all'anno scorso», ha evidenziato Fitto. Il finanziamento sarà utilizzato nei settori «risorse idriche di uso irriguo, ciclo integrato dell'acqua, difesa del suolo, gestione dei rifiuti, bonifica di aree contaminate, rete ecologica, beni culturali, ricerca, trasporti e società dell'informazione». «Nei prossimi giorni - ha aggiunto - la giunta regionale provvederà al riparto».
Fitto ha sottolineato infine che con le decisioni del Cipe, «hanno così una risposta i fiumi di parole consumati nei mesi scorsi e che volevano le Regioni del sud penalizzate dagli interventi del governo». «Le cifre odierne - ha rilevato - sono una risposta, e non di poco conto».
Per quanto riguarda la legge finanziaria varata la scorsa notte, Fitto ha rimandato il commento ad una lettura più approfondita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione