Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 11:24

Allarme nubifragi in Puglia. Dispersa barca a vela diretta alle isole Tremiti

Ancora una giornata di temporali al Sud e nelle prossime ore sarà allerta meteo. Il maltempo colpirà in particolare Abruzzo, Molise e Puglia garganica • Dispersa barca a vela diretta alle Tremiti, a bordo medico di Silvi Marina
ROMA - Dopo le trombe d'aria che hanno imperversato - tra venerdì e sabato - sul litorale adriatico della Romagna e delle Marche (facendo quattro vittime e provocando ingenti danni), adesso la perturbazione ciclonica, in transito sul nostro paese, si è spostata decisamente al Sud dove, anche per domani, è prevista l'allerta meteo soprattutto su Abruzzo, Molise e Puglia garganica. Insomma pioverà ancora e le temperature continuano ad essere in calo: in molte località del centro-sud hanno toccato valori al di sotto della media stagionale, ad esempio in Calabria.
Oggi il vento forte ha prodotto disagi in Molise - dove sono sospesi i collegamenti con le Tremiti - e a Lampedusa. Qui, il mare in burrasca, ha bloccato i traghetti lasciando a terra centinaia di turisti di fine stagione che adesso attendono un imbarco all'aeroporto. Tra loro, anche i fans di Claudio Baglioni che lo avevano seguito nella kermesse, organizzata dal cantautore romano, proprio sull'isola siciliana. E la giornata di oggi è servita - ancora - ai vigili del fuoco dei distretti di Pesaro e Ancona per mettere in sicurezza alberi e cornicioni divelti nei giorni scorsi: il loro lavoro arretrato proseguirà per altre 48 ore.
Qualche disavventura, per fortuna a lieto fine, non è mancata nemmeno oggi. Nel pomeriggio - infatti - è stato raggiunto dalle squadre di soccorso alpino del Friuli Venezia Giulia, un esperto speleologo rimasto bloccato nell'abisso 'Gronda Pipotè - sul monte Poviz, nel gruppo del Canin - profondo 720 metri. Lo studioso, probabilmente, non è stato più in condizione di risalire da solo a causa dell'acqua piovana caduta abbondantemente nel fine settimana. Lo ha salvato un riparo di fortuna nel quale ha atteso - alla profondità di 430 metri - che scendesse il livello dell'acqua e arrivassero i soccorritori.
Lieto fine anche per il naufragio di due diportisti sardi che ieri sera hanno abbandonato la loro imbarcazione, colata a picco nel golfo di Oristano, a 400 metri dalla riva che i due uomini hanno raggiunto a bracciate. Infine si segnala che il vento si è fatto sentire anche a Roma: nella capitale, le raffiche hanno in parte strappato - dalla facciata del Campidoglio - le gigantografie delle due Simone rapite in Iraq insieme ai due interpreti. Subito è stata decisa la rimozione delle foto per evitare altri danneggiamenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione