Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 06:06

Un fermo per la sparatoria ad Andria

Gli agenti della mobile e del locale commissariato hanno identificato uno dei presunti responsabili della sparatoria nella quale sono rimaste ferite due persone
BARI - Gli agenti della mobile e del locale commissariato hanno identificato uno dei presunti responsabili della sparatoria avvenuta ieri ad Andria dove, dopo un banale diverbio per motivi di traffico, un cittadino tunisino Bei Gharbi Moncef, di 24 anni, bracciante agricolo con regolare permesso di soggiorno in Italia, era stato bersaglio di sei colpi di arma da fuoco.
Nella sparatoria era rimasto ferito accidentalmente anche un passante, Antonio Cannone, un pensionato di 65 anni. Sia l'anziano sia l'extracomunitario sono rimasti feriti non gravemente. Durante la notte gli agenti hanno fermato nella sua abitazione, Giuseppe Pesce di 23 anni, ritenuto tra i responsabili dell'accaduto. Nell'abitazione del giovane sono stati trovati e sequestrati circa 40 grammi di hashish.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione