Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 21:03

Foggia - Si fingono onorevole e generale per curare bimbi in Iraq: denunciati

FOGGIA - Due persone, che si erano finte una un parlamentare e l'altra un generale di Corpo d'Armata nel tentativo - secondo gli investigatori - di far giungere in alcuni ospedali della Capitanata bambini iracheni malati, sono state denunciate dalla Digos di Foggia con l'accusa di usurpazione di funzioni pubbliche e procurato allarme.
I due - uno nato a Foggia e residente a Roma e l'altro nato e residente in un paese del foggiano - avrebbero allertato nel giugno scorso alcune strutture sanitarie della provincia di Foggia, tra le quali la Casa sollievo della sofferenza di San Giovanni Rotondo, gli ospedali Masselli di San Severo e Tatarella di Cerignola e gli Ospedali Riuniti di Foggia. Ai direttori sanitari delle strutture, avrebbero detto che sarebbero presto arrivati 46 bambini iracheni e 7 adulti provenienti da Baghdad, feriti da schegge agli occhi o con altre patologie tipiche da conflitto.
Il finto onorevole e il finto generale avrebbero sostenuto che Foggia era stata scelta per un progetto internazionale di solidarietà voluto dal Ministero degli Interni e da diverse associazioni di volontariato. Negli Ospedali Riuniti di Foggia era già stata predisposta una trentina di posti letto per l'accoglienza in qualsiasi momento dei piccoli iracheni. Ma quei bambini non sono mai arrivati e a distanza di alcuni mesi la Digos ha smascherato i due denunciandoli.
Gli investigatori sono, comunque, propensi a ritenere che i due volessero effettivamente far giungere in Capitanata bambini iracheni da curare - sebbene non si sappia attraverso quale organizzazione - ma, non essendo certi di poterlo fare da semplici cittadini, hanno tentato di fingersi uno generale e l'altro parlamentare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione