Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 00:02

Sospetto amianto al Comune di Minervino Murge

Una dipendente, in servizio a Palazzo di Città dal '90, ha denunciato d'aver contratto il mesotelioma pleurico negli uffici comunali
TRANI - Si è ammalata di "mesotelioma pleurico", in altre parole di cancro ai polmoni.
Una neoplasia tipica di chi è esposto all'amianto.
Ha scoperto di essere affetta dalla grave malattia a marzo dello scorso anno.
Da allora la sua vita è un calvario quotidiano: visite specialistiche, terapie, ed un futuro grigio.
Le sue condizioni non sono per niente buone ed ora più di qualcuno potrebbe rispondere della sua malattia. A cominciare dal sindaco di Minervino Murge, Michele Dalla Croce, proprio in qualità di primo cittadino.
Una "sua" dipendente, in servizio a Palazzo di Città dal '90, ha denunciato, infatti, d'aver contratto la malattia negli uffici comunali.
Precisamente nei locali adibiti ad archivio, dove dal sottotetto si sarebbero diffuse polveri d'amianto.
Un archivio in cui la dipendente si sarebbe spesso recata per recuperare volumi e documenti datati e dunque per ragioni di servizio.
La donna presentò denuncia alla Procura della Repubblica di Trani ed ora il sostituto procuratore Francesco Bretone ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini al sindaco Della Croce, nonchè dei funzionari comunali che si sono susseguiti in qualità di responsabili della sicurezza sul lavoro: Giuseppe Affatato, Stefano Viaggiano, Andrea Zotti e Vincenzo Turturro.
Uno status di "datore di lavoro" assunto sino al 16 Aprile '97 dal sindaco e poi, in successione, dai quattro funzionari.
L'accusa è di lesioni gravissime.
Secondo il Pm Bretone la loro colpa sarebbe consistita "nell'aver omesso di adottare le misure idonee ad impedire o ridurre la diffusione all'interno del luogo di lavoro".
Ora i cinque indagati avranno 20 giorni per chiedere al Pm di essere interrogati, di svolgere un supplemento d'indagine, con l'ulteriore facoltà di presentare memorie difensive.
Solo dopo il Pubblico Ministero deciderà se formulare richiesta di archiviazione o di rinvio a giudizio.
Antonello Norscia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione