Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 07:45

Londra - Tragica lite tra fratelli leccesi

Raimondo Baldasarre, 36 anni, di Campi Salentina, sarebbe stato ucciso in Inghilterra, dove viveva e lavorava, dal fratello Giuseppe, di 38, per motivi di denaro
LECCE - Un salentino di 36 anni, Raimondo Baldasarre, detto Raimondino per via della piccola statura, è stato ucciso a Londra dove viveva e lavorava da un paio d'anni, a quanto è dato di sapere, dal fratello Giuseppe, di 38, anch'egli residente nella capitale inglese. L'assassino è stato già arrestato da Scotland Yard. All'origine dell'omicidio, la cui notizia è rimbalzata stamattina nel paese natale dei due fratelli, Campi Salentina, un litigio per motivi di denaro. A quanto si sa - ma la notizia non ha ancora trovato conferma - il 36enne sarebbe stato ucciso a coltellate.
Al Consolato italiano a Londra sarebbe giunta richiesta dai familiari di Raimondo Baldassarre, 36 anni, di Campi Salentina (Lecce), del silenzio stampa. E a rettifica di quanto appreso in un primo momento, a Campi invece è rimbalzata la notizia che l'uomo non risulta essere stato ucciso dal fratello Giuseppe di 38 anni, come lui residente a Londra da tempo, ma di essere morto per aver sbattuto il capo contro qualcuno di non meglio definitivo, quando, la sera di martedì nella loro abitazione, i due fratelli avrebbero litigato per motivi di denaro.
Durante il litigio, dunque, forse spinto dal fratello, Raimondo Baldassarre sarebbe caduto finendo contro un qualche spigolo che gli ha rotto il capo. Nessun accoltellamento, dunque.
Confermato invece il fermo di Giuseppe Baldassarre, che se così dovesse essere, sarebbe stato fermato per omicidio colposo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione