Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 11:53

Brindisi - In mare il cadavere di una donna

È stato recuperato nelle acque interne del porto dai sommozzatori dei Vigili del fuoco, con la collaborazione della Guardia costiera e della Polizia di frontiera. L'età apparente della morta è di 30 anni. Mancano gli arti inferiori
BRINDISI - Il corpo di una donna è stato trovato nelle acque interne del porto di Brindisi, nelle vicinanze del canale Pigonati, a pochi metri dall' attracco dei traghetti. Il cadavere è stato scoperto dai sommozzatori dei Vigili del fuoco che, in collaborazione con equipaggi della Guardia costiera e personale della Polizia di frontiera, esploravano dall'altro ieri le acque del porto interno, sulla base della segnalazione del passeggero di un traghetto, che aveva detto di aver visto un corpo in mare.
A quanto si è saputo per ora, di tratterrebbe di una donna giovane, dall'apparente età di 30 anni, di carnagione chiara. Il corpo è stato trovato completamente nudo e privo degli arti inferiori.
Sono state avviate, subito dopo il recupero, le operazioni per identificare la donna, che - ritengono gli investigatori - saranno piuttosto difficoltose a causa delle pessime condizioni del corpo, che è rimasto a lungo in acqua, e perché non risultano per ora segnalazioni di persone scomparse nella zona. Per stabilire le cause della morte, intanto, è stata disposta l'autopsia.
Le ricerche erano state avviate la mattina di martedì scorso, 7 settembre, dopo l'allarme dato da un passeggero del traghetto "Erokritos", che giungeva in porto dalla Grecia: l'uomo disse di aver visto, all'ingresso della motonave nelle acque dello scalo brindisino, un corpo galleggiare sull'acqua.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione