Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 13:49

Taranto - Militare in licenza salva disabile

È un ventenne in servizio nell'Esercito a Cremona: ha fatto arrestare dalla Polizia in via Magna Grecia due ragazzi che avevano aggredito l'uomo per rapina. Degli altri due complici, uno non è imputabile e l'altro è fuggito
TARANTO - Due ragazzi, di 14 e 15 anni, sono stati formalmente arrestati con l'accusa di rapina aggravata e subito riaffidati ai loro genitori; un terzo complice, appena dodicenne, non è invece imputabile mentre un quarto minorenne è fuggito: sono, secondo la Polizia, i quattro protagonisti della rapina compiuta ieri sera a Taranto a un disabile di 36 anni, al quale è stato sottratto con la forza un orologio da polso. L'episodio si è verificato in viale Magna Grecia, alla periferia orientale della città. Secondo la ricostruzione degli investigatori, il disabile, che ha 36 anni, è stato aggredito in strada con calci e pugni e rapinato dell'orologio. Nonostante tutto sia avvenuto dinanzi a numerosi passanti, nessuno avrebbe mosso un dito tranne un ventenne, militare dell'Esercito in ferma breve, che è intervenuto riuscendo a bloccare uno dei quattro aggressori.
Il militare ha subito dato l'allarme al '113'e sul posto sono intervenute pattuglie di polizia che hanno prelevato l'aggressore bloccato, conducendolo in Questura. In breve tempo gli investigatori sono riusciti ad identificare gli altri presunti responsabili dell'aggressione, tutti ragazzini.
Il questore di Taranto, Eugenio Introcaso, e i suoi funzionari hanno compiuto oggi un gesto di solidarietà acquistando a proprie spese un orologio che hanno donato al disabile vittima della rapina.
Il giovane militare che ha aiutato il disabile e ha consentito di individuare gli aggressori è a Taranto in licenza: il suo reparto è infatti di stanza a Cremona. Si chiama Michele De Pace ed è di Taranto: è in forza al 10° Reggimento Guastatori dell'Esercito italiano.
Quando ha visto l'aggressione che i quattro ragazzini stavano compiendo si è gettato sul più vicino di loro e l'ha bloccato facendo così in modo che la Polizia identificasse anche gli altri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione