Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 11:23

Andria - Un supermarket della droga

La polizia ha smantellato una centrale per lo smistamento, con punti vendita organizzati per gli acquirenti sulle orme della grande distribuzione commerciale
ANDRIA (BARI) - Una vera e propria centrale per lo smistamento di eroina e cocaina, con punti vendita organizzati per gli acquirenti al di fuori della città, o nel centro storico.
La scoperta arriva al termine di oltre un anno di indagini effettuate dagli uomini del Commissariato di Andria.
L'operazione è stata avviata dopo che gli agenti hanno notato uno strano viavai nella farmacie cittadine dove tossicodipendenti provenienti dai paesi limitrofi e dalla vicina Basilicata acquistavano siringhe. Da qui il nome "Mercurio", data all'operazione che ha portato in carcere cinque persone mentre altre due sono ricercate.
In manette sono finiti all'alba i cognati Giuseppe Quacquarelli e Marco Sinisi, entrambi di 44 anni, ritenuti i capi del clan, Vito Troia, 42 anni, Vito Pistillo, 46, e Savino Sgarra, 35 anni. Tutti sono personaggi già noti alle forze dell'ordine e rispondono di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono effettuati in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip del tribunale di Trani Michele Nardi su richiesta del pm Maria Teresa Iodice.

I centri di smistamento della droga, una volta giunta in città, erano, secondo quanto ricostruito gli investigatori, le abitazioni di Quacquarelli e Sinisi, nel centro storico, in una zona poco abitata.
Gli stupefacenti, eroina e cocaina, erano quindi presi in consegna dal resto del gruppo e distribuiti ai consumatori in punti spesso stabiliti nei pressi della tangenziale e del grande centro commerciale alla periferia di Andria per gli acquirenti che giungevano dai paesi limitrofi del nord Barese e sud foggiano ed anche dei paesi lucani.
Nel corso delle indagini gli investigatori del Commissariato di Andria, hanno sequestrato circa ottocento grammi tra eroina e cocaina, segnalati alla Prefettura una ottantina di consumatori abituali di stupefacenti e quantificato in oltre 50.000 euro il giro di affari del gruppo di spacciatori.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione