Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:47

Parte dalla Puglia la crociata contro Parmalat

Appello del Movimento Consumatori di Andria ai risparmiatori danneggiati dal crac dell'azienda. A loro disposizione la consulenza per costituirsi parte civile al processo
Parte da Andria la rivendicazione dei tanti risparmiatori anche pugliesi che, lo scorso anno, hanno scoperto di aver investito i propri risparmi in quella che poi si è rivelata la voragine Parmalat.
In vista del processo che inizierà a Milano il 5 ottobre, in un comunicato della direzione regionale, che ha sede ad Andria (via Pascoli, 5 tel.0883.591030), il Movimento Consumatori ha lanciato un appello ai risparmiatori danneggiati mettendo a disposizione la propria consulenza che dovrebbe concretizzarsi nella costituzione di parte civile al processo Parmalat.
«Tutti coloro che hanno acquistato presso qualsiasi banca le obbligazioni o le azioni Parmalat - spiega la responsabile regionale, Rosa Miracapillo - possono rivolgersi al Movimento Consumatori, ad Andria. E' necessario essere numerosi per combattere lo strapotere di chi specula sulle spalle dei piccoli risparmiatori, e fino ad oggi l'azione delle associazioni dei consumatori ha dimostrato che questo è possibile».
Lo scorso anno, milioni di risparmiatori hanno scoperto di aver investito i propri risparmi in una voragine Parmalat, una azienda apparentemente solida che, secondo il Movimento «ha invece solo rastrellato milioni di euro dirottando cifre ingenti su investimenti pericolosi, o addirittura fittizi».
Il recupero di queste somme comunque da parte degli investitori risulta difficile e articolato.
«E' necessario - conclude Miracapillo - che i consumatori caduti in questa trappola diventino la forte controparte nel processo: ci sono ancora alcuni giorni per farlo, ma non ha senso correre da soli. E' importante affidarsi a chi ha fatto della tutela, la propria bandiera, ottenendo spesso risultati molto positivi».

Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione