Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 18:18

Una fiaccolata a San Nicola per l'Ossezia

Rappresentanti delle comunità cattolica, ortodossa, musulmana, ebraica e laici condivideranno un momento di comunione. Iniziativa dell'assessorato alle culture e religioni e dell'assessorato alla pace del Comune di Bari
BARI - Stare insieme per un momento di riflessione: è il senso della fiaccolata con il pensiero alle piccole vittime di Ossezia che si concluderà domani sera a Bari sul sagrato della Basilica di San Nicola dove rappresentanti delle comunità cattolica, ortodossa, musulmana, ebraica e laici condivideranno un momento di comunione.
L' iniziativa è dell' assessorato alle culture e religioni e dell' assessorato alla pace del Comune di Bari. Nel capoluogo pugliese, nella Basilica in stile romanico, sono conservate le spoglie del Santo, patrono di Bari. San Nicola fu vescovo di Myra, in Asia Minore (attuale Turchia), ed è considerato un Santo universale: venerato in Oriente ed in Occidente è segno di unità nella Chiesa, simbolo di pace e di riconciliazione fra gli uomini. «Si avverte fortemente la necessità - rileva una nota del Comune - di testimoniare la vicinanza di Bari alle famiglie colpite dalla tragedia di Beslan in Ossezia e il bisogno di manifestare il comune dolore per tanto scempio di vite umane».
L' invito del sindaco di Bari, Michele Emiliano, che si esprime attraverso l' iniziativa promossa dagli assessori Nicola Laforgia e Pasquale Martino, è che siano tanti i bambini presenti alla fiaccolata, «perchè siano loro - si legge nel comunicato - a rappresentare lo spirito di Bari».
Il corteo partirà alle 18 da piazza Prefettura e raggiungerà il sagrato della Basilica di san Nicola intorno alle 19. «Maggioranza e opposizione - è detto nella nota - siano unite nel riconoscimento del principio fondamentale della libertà di pensiero e di culto su cui si fonda la nostra democrazia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione