Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 04:11

Inflazione, ad agosto Bari nella media nazionale

I prezzi che risultano maggiormente aumentati dalla rilevazione fatta dal Servizio prezzi dell' Ufficio statistica e toponomastica del Comune di Bari sono quelli relativi al trasporto aereo (+13,6%) e agli stabilimenti balneari (+3,9)
BARI - Nel mese di agosto l' inflazione a Bari è rientrata nei valori medi rilevati nelle varie città campione, attestandosi su una variazione rispetto al mese precedente dello 0,2%.
I prezzi che risultano maggiormente aumentati dalla rilevazione fatta dal Servizio prezzi dell' Ufficio statistica e toponomastica del Comune di Bari sono quelli relativi al trasporto aereo (+13,6%), agli stabilimenti balneari (+3,9), agli alberghi, ristoranti e pubblici servizi (+2,3), a quelli dei pacchetti vacanze tutto compreso (1,9%), a confermare la tendenza che vede i cittadini penalizzati soprattutto per quel che riguarda le vacanze e il tempo libero.
Nel mese di agosto nel capoluogo pugliese sono risultati in diminuzione i prezzi di generi alimentari e bevande; in particolare, di frutta (-1,7%) e ortaggi (-0,5), tendenza emersa dalla recente indagine di Altroconsumo che indicava Bari quale la città meno cara per la spesa quotidiana. Nessuna variazione di prezzi viene segnalata per le bevande alcoliche e i tabacchi.
Sono, invece, aumentati i costi dell' abbigliamento (+1,8%) e della riparazione delle calzature (+1,4); nel capitolo abitazione, acqua, energia e combustibili risultano in aumento i prodotti per la riparazione (+1,9%), i servizi di riparazione (+0,4), il gasolio (+1,7). Tutti aumentati anche i prezzi di mobili (+0,5%), articoli tessili per la casa (0,2), elettrodomestici (+0,9), strumenti e attrezzi (0,2), servizi per la pulizia (+0,3%).
Sono, invece, diminuiti i costi di medicinali (-0,3), servizi di trasloco (-0,3%), apparecchiature e materiale telefonico (-2,4), apparecchi per la ricezione dei dati (-0,1), libri (-0,2%) e apparecchi elettrici (-1,8).
Nel capitolo trasporti risultano aumentati benzina (+0,8%), gasolio per auto (+1,2), trasferimento proprietà (1,5%), acquisto pezzi di ricambio (+0,7), manutenzione e riparazione (0,5%) e autoscuole (+0,6). Aumentati anche giochi e giocattoli (+0,2%), servizi ricreativi (+0,5), apparecchi fotografici (+0,1) e riparazione apparecchiature (+1,9%). In aumento, infine, i servizi per l' igiene personale (0,4) e le spese di assistenza (+0,2%), mentre nessuna variazione si registra nel capitolo istruzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione