Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 20:04

Flash, guida turistica a quattro zampe

A Rignano garganico un pastore di 9 anni sarà insignito del premio 'Guida dell'anno 2004'. Il cane accompagna con grande professionalità i turisti lungo i sentieri del Parco del Gargano
RIGNANO GARGANICO (FOGGIA) - A settembre riceverà un premio speciale: 'Guida dell'anno 2004'. Il «patentino turistico» viene assegnato di solito agli attivisti più meritevoli del Centro studi Paglicci, l'organizzazione che si occupa della gestione del museo, del centro informativo e della biblioteca comunale di Rignano Garganico, il più piccolo comune del Parco Nazionale del Gargano. La novità è che il premio quest'anno sarà assegnato ad un cane, Flash.
E' amato, coccolato, curato, nutrito da tutto il paese e lui, un pastore di nove anni, ricambia facendo compagnia a tutti: soprattutto agli anziani e ai giovani. Segue i funerali e partecipa a tutte le feste del paese.
Ma da due anni ha deciso di ampliare i suoi interessi e accompagna gli escursionisti lungo i sentieri del Parco. In particolare si prende cura dei turisti e dei visitatori diretti alla mostra-museo di Grotta Paglicci e lungo i sentieri che dalla collina rignanese portano a Jancuglia, Centopozzi e Palagano. E Paglicci è un sito importante: è un giacimento paleolitico di fama internazionale nel quale, in varie campagne di scavo sono stati portati alla luce oltre 40.000 reperti, tra i quali numerosi strumenti litici, scheletri umani interi e parziali, oggetti d'arte mobiliare, dipinti parietali di cavalli, impronte di mano, focolari, resti di animali ed altro.
Non appena arriva un turista in paese, Flash lo preleva e lo conduce verso la via che porta al museo e poi lo accompagna in visita nel centro storico e prosegue con lui o con il gruppo di visitatori l'escursione.

«E' un cane buonissimo», racconta il presidente del Centro Studi Paglicci, Enzo Pazienza. Flash è nato in paese. Per i primi anni è stato accudito da una donna che viveva nel centro storico, poi da tutti. I suoi luoghi preferiti sono il centro storico, il Belvedere dove si ferma a fare compagnia per ore agli anziani e dopo ancora il bar 'Tiffany', ai margini del paese, dove di sera si incontrano i ragazzi. Rimane con loro fino a tardi e poi va a dormire, accanto a qualche uscio oppure sotto qualche balcone o qualche arcata. Quando fa particolarmente freddo, nessun problema: le porte delle case del paese per Flash sono tutte aperte.
«E' il cane di tutti - dice Pazienza - Flash non abbaia mai e diventa subito amico di tutti. Non ama la solitudine. Durante le escursioni, poi, ci accompagna abbaiando quando ci sono vipere o pericoli durante il percorso. Viene con noi anche quando scendiamo nella grotta Pilastri, una cavità comunicante con grotta Paglicci e nota per le sue mastodontiche e stupende stalattiti e stalagmiti, certamente una delle più belle d'Italia. Insomma: Flash è uno di noi, fa tutto quello che facciamo noi».
Qualche mese fa Flash fu colpito da una infezione ad un occhio e i ragazzi del paese (2.000 abitanti) si allarmarono e si passarono la notizia: in men che non si dica Flash venne accompagnato dal veterinario, curato e guarito. «Flash poi - racconta ancora Pazienza - non manca ad una festa: è il primo a presentarsi e l'ultimo ad andare via. Si accuccia e guarda tutto, giocando con i giovani e leccando le mani agli anziani in segno di affetto». Al bar dei giovani, il 'Tiffany', Flash arriva spesso insieme a qualche amico, qualche ragazzo che vede uscire da casa e che segue finché non si giunge a destinazione e si sta tutti insieme.
Da qualche tempo l'amico a quattro zampe ha deciso di vegliare in qualche modo sui turisti che arrivano a Rignano Garganico e per questo ora Flash riceverà un premio speciale, diventando così il primo cane con patentino di guida turistica.
Luisa Amenduni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione