Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 03:40

Altra brutale rapina a Barletta

Due hanno pestato un 73enne per portargli via il borsello: naso e costole in frantumi. Poche ore prima un rapinatore accoltellava a morte il commerciante Michele Fiorella
BARLETTA (BARI) - Mentre la «città della Disfida» è ancor sotto choc per la morte del negoziante (ucciso ieri mattina durante una rapina con una coltellata al cuore), altri due rapinatori sono entrati in azione alle prime luci dell'alba mettendo a segno un colpo che poteva sfociare in una nuova tragedia.
A finire nelle grinfie di due balordi è stato un commerciante 73enne, aggredito e malmenato mentre si recava ad aprire la sua attività.
L'uomo, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, è stato avvicinato da due persone che molto probabilmente si erano appostate vicino alla sua abitazione, nel centro storico della città. Secondo quanto descritto dalla vittima dell'aggressione, si tratterebbe di giovani del luogo.
I due rapinatori pur di impossessarsi del borsello del 73enne commerciante (all'interno c'erano solo pochi euro), non hanno esitato a picchiarlo selvaggiamente, lasciandolo poi a terra in una pozza di sangue.
L'uomo è riuscito a chiedere aiuto ed è stato accompagnato al pronto soccorso dove i sanitari gli hanno riscontrato la frattura del setto nasale e di qualche costola.
La vicenda, sulla quale indagano i carabinieri della Compagnia, non rappresenta solo l'ennesimo episodio di una lunga serie di rapine ma assume una maggiore gravità in quanto accaduta poche ore dopo la barbara uccisione del negoziante di via Roma e perchè, anche in questa circostanza, i rapinatori non hanno esitato a picchiare a sangue la vittima che aveva avuto il «torto» di aver cercato di difendersi o di reagire.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione