Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 10:55

Rignano G. ha il primo cane «guida turistica»

Accompagna i turisti lungo il percorso della mostra-museo di Grotta Paglicci e per i sentieri che conducono a Jancuglia, Centopozzi e Palagano
RIGNANO GARGANICO - Da millenni il cane è il migliore amico dell'uomo. Dalla preistoria ai tempi moderni, questo animale a quattro zampe ha imparato a vivere in simbiosi con il genere Homo sapiens, adattandosi a tutte le sue evoluzioni ed involuzioni, attraversando la storia da protagonista. Il cane è ritratto un po' ovunque e in tutte le epoche, dalle caverne alle tele medievali, dalle stive di Colombo ai satelliti spaziali. I più comuni sono il cane poliziotto, il cane pastore, il cane soccorritore e il cane per non vedenti. A Rignano Garganico, il più piccolo comune del Parco Nazionale del Gargano, ce n'è uno molto «strano», che fa la «guida turistica». Si tratta di Flash, sette anni, da sempre al fianco del suo fedele popolo, che lo accudisce e lo nutre con affetto e considerazione. È l'amico di tutti, è il simbolo di una simbiosi uomo-animale nata agli albori della civiltà e che non si è mai interrotta, nemmeno durante le guerre mondiali, nemmeno durante le pestilenze. Flash, che segue anche i funerali e gli eventi di festa, si «occupa» da diversi anni di turisti e visitatori diretti alla mostra-museo di Grotta Paglicci e lungo i sentieri che dalla collina rignanese conducono a Jancuglia, Centopozzi e Palagano. Ormai è un rituale. Il turista viene prelevato dal cane non appena giunge a Rignano e, senza saperlo, viene introdotto alla via che mena al museo, di qui viene accompagnato nel centro storico e alla «strettola», l'arteria-tunnel che unisce due rioni del centro storico (larga appena trenta centimetri e lunga sei metri), divenuta quasi per caso fonte di attrazione turistica. L'amico a quattro zampe, che ogni tanto accompagna gli escursionisti lungo i sentieri del Parco, è uno dei principali «iscritti» al Centro Studi Paglicci - Coordinamento Amici di Paglicci, l'organizzazione che si occupa della gestione del museo, del centro informativo e della biblioteca comunale del posto. Nei prossimi giorni, per concludere, come ricorda il presidente Enzo Pazienza, all'agenzia Garganopress, Flash sarà insignito dello speciale premio «Guida dell'anno 2004», che viene assegnato agli attivisti più meritevoli del centro studi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione