Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 06:15

L'amante lo lascia e lui si vendica con accuse false

L'uomo di Alezio (Le) non sopportava di essere stato scaricato dalla sua giovane amante e ha denunciato la ragazza ai CC sostenendo che spacciava droga. Un'accusa totalmente falsa
ALEZIO (LECCE) - Aveva cercato di vendicarsi della propria amante, che aveva deciso di troncare la relazione con lui, denunciandola ai carabinieri per spaccio di stupefacenti e per fare questo aveva costruito piuttosto maldestramente delle prove contro di lei: i militari non ci hanno messo molto per accertare la verità e hanno denunciato l' uomo, un cinquantenne di Alezio, per violenza sessuale, intercettazione abusiva, violenza privata e simulazione di reato.
L'uomo, titolare di una ditta elettronica, aveva una relazione extraconiugale con una giovane 24enne, ma da qualche tempo la ragazza aveva deciso di porvi fine. Non accettando questa decisione, il piccolo imprenditore aveva preso a importunare in tutti i modi la sua ormai ex compagna, anche minacciandola di divulgare fotografie che la ritraevano in pose erotiche. Minacce che non sono però servite a nulla.
A questo punto l'uomo ha deciso di vendicarsi di lei andando dai carabinieri e denunciando, falsamente, che la ragazza era dedita allo spaccio di stupefacenti. Ai militari ha perfino precisato che lei nascondeva abitualmente la droga nella propria automobile.
Raccolta la denuncia, i militari hanno avviato le indagini. Hanno perquisito la vettura della ragazza trovandovi polvere bianca, ma hanno ben presto accertato che si trattava di un prodotto farmaceutico ridotto in polvere. Nel corso della perquisizione hanno trovato anche un microregistratore che - è stato accertato successivamente, l'uomo aveva collocato nell' auto per registrare la conversazione tra la sua ex compagna e gli investigatori.
La manovra messa in piedi dal cinquantenne è stata scoperta dai carabinieri quando, perquisendo la sua abitazione, hanno trovato bustine contenenti tracce del medicinale frantumato che lui stesso aveva messo nell'automobile della giovane donna.
L'uomo è stato così denunciato dai carabinieri, ma la vicenda ha avuto un ultimo strascico questo pomeriggio quando il fratello della ragazza, incontrato il molestatore in piazza ad Alezio, si è scagliato contro di lui picchiandolo. Anche questa volta sono intervenuti i carabinieri che hanno sottratto l'uomo dalla rabbia del suo aggressore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione