Lunedì 23 Luglio 2018 | 03:40

Grottaglie, Regina dell'uva da tavola

Domenica prossima, 22 agosto, nel quartiere delle ceramiche, ad iniziare dalle 19, ai visitatori e turisti sarà offerta gratuitamente la migliore produzione grottagliese
festa dell GROTTAGLIE (TA) - Grottaglie, Regina dell'uva da tavola e Città della Ceramica, «promessi sposi di questa Città». E' stata questa la definizione dell'assessore all'agricoltura Ciro Alabrese, alla presentazione ufficiale della prima «Festa dell'uva». L'appuntamento è fissato per domenica prossima, 22 agosto, nel quartiere delle ceramiche, dove, ad iniziare dalle 19, ai visitatori e turisti sarà offerta gratuitamente la migliore produzione grottagliese di uva da tavola, particolarmente delle varietà Vittoria, Regina bianca di Puglia, Italia ed Apirene.
«Non una rassegna né una sagra - si spiega durante la presentazione dell'appuntamento - ma un'occasione per registrare la bravura degli agricoltori locali e testimoniare che, ancor prima del riconoscimento formale di un marchio di qualità e tracciabilità delle uve locali (I.G.P.), che le uve di Grottaglie sono buone, identificano il territorio in cui sono coltivate e lo promuovono«.
Gli attraenti grappoli d'uva, che si mangiano prima con gli occhi, potranno essere degustati in un'atmosfera musicale predisposta per l'occasione. Il percorso dedicato all'uva è stato organizzato nel quartiere più antico della cittadina, dove ogni porta è una bottega d'arte ceramica, saldando così il naturale abbinamento tra produzione agricola ed artigianato tipico locali, che, insieme, costituiscono un'enorme fetta dell'economia di Grottaglie. Nelle stradine del quartiere saranno a disposizione di visitatori tre postazioni e, nell'ultima, sarà possibile visitare, inoltre, un museo dell'arte contadina grottagliese ed assistere alla proiezione di immagini che illustreranno il mondo agricolo, legate all'intera filiera di produzione del pregiato prodotto agroalimentare.

La Festa dell'Uva, secondo lo spirito dell'iniziativa dell'Amministrazione comunale e del suo assessorato all'Agricoltura, vuol essere anche un'occasione per sollecitare a tutte le Istituzioni di prestare un'attenzione più mirata ed efficace a questo settore che localmente rappresenta il principale volano dell'economia e che, da cinque anni a questa parte vive un periodo di crisi.
Nelle intenzioni degli organizzatori, questa prima festa dedicata all'uva, intende inserirsi nel programma intrapreso dalla stessa Amministrazione comunale, mirato al sostegno del comparto agroalimentare.
Paolo Lerario
lerariop@libero.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS