Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 07:45

Il rosso di Puglia «sposa» il prosciutto San Daniele

Il gemellaggio tra i due consorzi prevede la realizzazione di tirocini per giovani pugliesi in Friuli Venezia Giulia per la formazione nel campo del marketing agroalimentare
BARI - Un gemellaggio tra i consorzi del prosciutto San Daniele e del vino rosso Canosa doc per promuovere due importanti prodotti tipici. L'iniziativa si inserisce, grazie al progetto di Italia Lavoro «SudNord-NordSud» per la mobilità territoriale di lavoratori e imprese, nell'accordo che prevede la realizzazione di tirocini per giovani pugliesi in Friuli Venezia Giulia per la formazione nel campo del marketing agroalimentare.
Il celebre prosciutto crudo e il vino rosso pugliese saranno abbinati in uno stand nel corso della manifestazione «Aria di festa», la tradizionale kermesse del consorzio di San Daniele del Friuli (Udine) che si terrà dal 27 al 30 agosto.
L'appuntamento, giunto alla ventesima edizione, richiama ogni anno centinaia di migliaia di visitatori.
Intanto, i centri per l'impiego di Canosa e Barletta (Bari) stanno selezionando i giovani che, subito dopo l'estate, andranno a svolgere gli stage presso i produttori del San Daniele per formarsi professionalmente nel campo dell'agroalimentare.
Italia Lavoro, inoltre, sta individuando la possibilità di fornire ai ragazzi pugliesi una sistemazione gratuita in Friuli Venezia Giulia. Grazie a «SudNord-NordSud» circa 2.000 giovani del Mezzogiorno hanno già avviato percorsi di formazione nelle imprese del Nord, per poi tornare nella regione di origine con un bagaglio di nuove competenze.

«SudNord-NordSud», ideato dal ministero del Welfare e realizzato da Italia Lavoro, in un anno, ha avviato 50 diversi programmi, coinvolgendo 250 imprese e sessanta centri per l'impiego, raccolti in una rete formata da 75 nodi associativi, in 17 regioni e 70 province italiane. Entro il 2004, il progetto sarà esteso fino a contare 200 nodi territoriali e si sperimenteranno i primi servizi a sostegno della mobilità su scala europea. Una grande rete pubblico-privata in grado di fare incontrare ogni giorno circa 10.000 domande e offerte di lavoro.
Per il 2004-2005, è previsto uno stanziamento di 10 milioni di euro per avviare tirocini di formazione in aziende del Nord e sostenere azioni di accompagnamento e supporto, come le agevolazioni per vitto e alloggio e il tutoraggio nell'inserimento lavorativo e alla creazione di impresa. Per favorire e integrare tutte le iniziative a sostegno della mobilità territoriale dei lavoratori, il ministero del Welfare punta ad una forte sinergia con le regioni e gli enti locali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione