Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 02:12

La solidarietà di Fitto a Lodeserto

A proposito della molotov lanciata contro la villetta della sorella di don Cesare Lodeserto (a capo del Regina Pacis di Lecce, centro d'accoglienza per i clandestini)
BARI - Il presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, esprime la solidarietà delle istituzioni e la propria a don Cesare Lodeserto, alla sua famiglia e agli operatori del centro Regina Pacis «per l' ondata di violenza che sta investendo il Centro di accoglienza fino alle stesse persone e i loro beni». Lo dice a proposito dell'aggressione subita ieri da don Cesare Lodeserto e da sua sorella, sottolineando che «centri come i Regina Pacis hanno svolto e svolgono un ruolo importantissimo per l' accoglienza».
La violenza contro don Cesare - aggiunge Fitto - «nulla ha a che vedere con ogni possibile confronto sul destino dei centri di accoglienza temporanea, il loro uso e le modalità di permanenza dei cittadini immigrati». «Va ricordato - sottolinea il presidente della Regione - che i centri come il Regina Pacis hanno svolto e svolgono un ruolo importantissimo per l' accoglienza e che, con grande spirito di servizio, si sono gravati delle immense responsabilità che la legge impone loro. Responsabilità sulle quali, anche questo va ricordato, lo stesso Don Cesare Lodeserto è stato il primo ad aprire un confronto con l' opinione pubblica e le forze politiche».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione