Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 14:22

Lecce - Immigrati contro direttore di «Regina Pacis»

Una bottiglia incendiaria è stata lanciata contro la villetta di don Cesare Lodeserto. Poco prima dell'attentato, una dozzina di nordafricani erano fuggiti dal centro d'accoglienza scavalcando il muro di cinta
LECCE - Una bottiglia incendiaria è stata lanciata alle 5 del mattino a Lecce contro il muro di cinta della villetta alla periferia di Lecce, di don Cesare Lodeserto, il direttore del centro per immigrati clandestini Regina Pacis, di San Foca di Melendugno, dove abitano la madre, la sorella ed il cognato. Proprio quest'ultimo, che era già sveglio, si è accorto del bagliore provocato dall'esplosione ed ha dato l'allarme al 113 e con una pompa da giardino ha provveduto a spegnere l'incendio. Sul parabrezza della sua auto è stato trovato un biglietto con la scritta: «Guerra a don Cesare gestore del carcere per immigrati Regina Pacis». Poco prima dell'attentato, una dozzina di nordafricani erano fuggiti dal «Regina Pacis» scavalcando il muro di cinta , ma uno è stato arrestato dai carabinieri per aver aggredito don Cesare che li aveva sorpresi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione