Cerca

Mercoledì 24 Gennaio 2018 | 03:01

Furto alla «Cassa Edile» di Taranto: 45 denunce

Fra i denunciati, per aver sottratto 100 assegni, un dipendente dell'ente, accusato di appropiazione indebita e falso, mentre per i complici il reato è di ricettazione
TARANTO - Quarantacinque persone sono state denunciate dai carabinieri al termine delle indagini per il furto di 100 assegni alla «Cassa Edile» di Taranto. Fra i denunciati, un dipendente dell'ente, accusato di appropiazione indebita e falso, mentre per i complici il reato è di ricettazione. Da qualche mese i militari indagavano in merito ad ammanchi di denaro dai conti dell'ente denunciati dai vertici, e sospettavano di un impiegato che materialmente aveva la disponibilitàdi accedere a conti e assegni. A luglio il direttore di una banca tarantina segnalò ai carabinieri che tre persone avevano intenzione di incassare alcuni assegni di dubbia provenienza, e i militari accertarono che quegli assegni risultavano rubati proprio alla cassa edile insieme ad altri 97 già precompilati, per complessivi 300 mila euro. Si è così risalito al dipendente infedele, F.M. di 37 anni. A lui sarebbe spettato il il 70% del ricavato, il restante sarebbe andato ai 44 complici che avrebbero dovuto cambiare in banca gli assegni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400