Venerdì 20 Luglio 2018 | 07:09

Terrorismo - Allerta per la Fiera del Levante

Dopo le nuove minacce di attacchi dagli estremisti islamici di Al Qaida, l'intelligence italiana ha posto la visita del presidente del Consiglio Berlusconi a Bari - il prossimo 15 settembre - fra le «date rosse», ossia di maggiore pericolo
ROMA - Sei giorni consecutivi, dal 14 al 19 agosto, e due appuntamenti isolati ma di primo piano come il viaggio del Papa il 5 settembre a Loreto e la presenza alla Fiera del Levante di Bari il 15 settembre del premier Silvio Berlusconi: sono le date cerchiate in rosso sul calendario degli uomini dell'intelligence e dell'antiterrorismo, quelle in cui gli estremisti islamici, anche alla luce dell'ennesimo ultimatum al nostro Paese, potrebbero colpire l'Italia.
Uomini dell'antiterrorismo e 007 non hanno ricevuto dalle fonti sul campo alcun segnale specifico - nonostante le minacce ripetute attraverso internet dai terroristi - ma il panorama è tutt'altro che tranquillo. Lo conferma lo stesso ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu: l'«attenzione è massima» perché «nessun segnale di rischio può essere trascurato o sottovalutato». I «livelli di vigilanza e prevenzione», spiega però il titolare del Viminale, restano quelli stabiliti e questo perché le minacce degli estremisti rientrano nella «più vasta campagna mediatica delle brigate Abu Hafs Al Masri». Il ministro, insomma, ribadisce che gli «elevati livelli di vigilanza e prevenzione» sono quelli messi a punto nel comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza del 21 luglio scorso e ribaditi nei due vertici tenutisi al Viminale nei giorni scorsi, da cui è scaturita la circolare inviata a questori e prefetti. Nel documento si sollecita la massima attenzione alle misure di sicurezza.
«Indagini e intercettazioni hanno dato prova che sul territorio italiano sono presenti elementi pericolosi - si afferma in ambienti investigativi -. Siamo consapevoli e coscienti del rischio che l'Italia possa essere colpita».
La conferma che la situazione non consente nessuna sottovalutazione dei rischi arriva anche dalla relazione dei servizi segreti inviata nei giorni scorsi al Parlamento in cui si dice chiaramente che l'Italia è un «obiettivo pagante» e che sul nostro territorio sono presenti cellule che operano in totale autonomia pronte a colpire sia all'estero sia in Italia. Esattamente quello che dice il nuovo ultimatum delle brigate Abu Hafs Al Masr - il gruppo terroristico legato ad Al Qaida che il primo agosto scorso aveva dato all'Italia 15 giorni di tempo per ritirarsi dall'Iraq - che oggi ha ribadito che le sue cellule «a Roma e in Italia sono pronte a colpire». Potrebbe trattarsi dell'ennesimo tentativo di forzare la mano attraverso la guerra mediatica all'occidente lanciata e sperimentata con successo dai terroristi, come sembra sostenere il ministro Pisanu. Ma potrebbe essere anche un messaggio chiaro per chi è pronto ad agire, una sorta di semaforo verde.
Ecco perché si è reso necessario innalzare il livello di sicurezza di «alcune situazioni». In particolare per i giorni che vanno dal 14 al 19 agosto: quelli a ridosso della scadenza dell'ultimatum delle Brigate e, quindi, considerati «molto caldi». Nella circolare del Dipartimento non sono indicati città o luoghi specifici, ma c'è scritto chiaramente di rafforzare tutti i presidi nelle città d'arte. E anche di innalzare il livello dei controlli nelle metropolitane delle grandi città, nelle stazioni e nei porti, alle sedi istituzionali e di rappresentanza e ai luoghi di culto, anche in vista delle celebrazioni dell'Assunta che si terranno in tutta Italia a Ferragosto. Misure rigidissime anche all'aeroporto di Fiumicino, altro obiettivo considerato dagli esperti ad alto rischio, e nei principali scali aeroportuali italiani.
Ma altre due date preoccupano gli uomini dell'intelligence e dell'antiterrorismo: si tratta del 5 e del 15 settembre, giorni in cui, rispettivamente il Papa e il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, saranno impegnati in appuntamenti pubblici. Il 5 Giovanni Paolo II chiuderà con una messa il pellegrinaggio nazionale dell'Azione Cattolica alla Madonna di Loreto. Dieci giorni dopo, invece, il premier sarà a Bari, per il suo intervento alla Fiera del Levante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS