Cerca

Lunedì 22 Gennaio 2018 | 05:41

A Bitonto e Triggiano due violenze in famiglia

Nel primo caso un padre nei confronti della figlia 18enne della quale approfittava da anni e un fratello nel secondo. In entrambi i casi si tratta di persone già note alle forze dell'ordine
BARI - Due vicende di violenze sessuali in famiglia sono stati scoperti dai carabinieri nella provincia di Bari nei confronti di donne costrette a subire aggressioni da persone a loro molto vicine, un padre in un caso un fratello nell'altro. I militari hanno arrestato per questi episodi due uomini di 41 e di 47 anni, accusati il primo di aver violentato la figlia diciottenne e il secondo la sorella di 40 anni.
Il primo episodio di violenza è stato scoperto nel territorio di Bitonto, dopo la denuncia della giovane violentata: ha rivelato di essere stata per anni oggetto delle attenzioni pesanti del padre, un pregiudicato per reati contro il patrimonio. L'arresto è stato compiuto in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa sulla base delle indagini compiute dagli investigatori. Accertamenti vengono ora compiuti anche sul contesto famigliare della giovane, che è attualmente ospitata in una casa di accoglienza.
La seconda vicenda di violenze è stata coperta dai carabinieri di Triggiano, che hanno arrestato e condotto in carcere un uomo di 47 anni che era già agli arresti domiciliari per altri reati. I militari erano intervenuti in casa dell'uomo perché chiamati da vicini che avevano udito urla provenire dall'abitazione. Dapprima hanno accertato che l'uomo aveva violentemente picchiato sua sorella, una donna di 40 anni. Poi hanno stabilito che le violenze subite dalla donna erano anche sessuali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400