Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 08:44

La festa medioevale a Mottola

Per consentire la partecipazione agli emigrati, la festa dedicata al patrono San Tommaso Becket è stata fissata per l'11 agosto. In programma un banchetto di delizie d'altri tempi e spettacoli evocativi. E' indispensabile la prenotazione
MOTTOLA (Taranto) - Un appuntamento di rievocazione storica è previsto per mercoledì prossimo, 11agosto, per compiere un salto agli inizi dell'anno 1000 alla cittadina murgiana ionica ed ai tanti visitatori che l'affolleranno.
L'occasione sarà data dalle celebrazioni di San Tommaso Becket, Patrono della cittadina che per la prima volta si svolgeranno in estate.
L'iniziativa è del Gruppo Amici di San Tommaso(G.A.S.T.) che ha inserito la tradizionale festa medievale, normalmente realizzata dicembre, nel calendario di appuntamenti della Festa dell'Emigrante per dare la possibilità ai tanti concittadini che vivono all'estero di partecipare all'evento.
I ragazzi del Gast sono già freneticamente all'opera per preparare un programma di animazione medievale, che inizierà appunto l'11 agosto, con il corteo storico in costume nelle vie del paese e la rappresentazione teatrale di «Assassinio in Cattedrale» in onore del Santo Patrono Tommaso Becket, arcivescovo di Canterbury che, il 20 dicembre del 1170, fu brutalmente ammazzato nella sua chiesa dai cavalieri del re.
Fra fiaccole, dame, guerrieri, giullari e giocolieri la magia della serata è assicurata. Inoltre la serata successiva, il 12 agosto è previsto un altro appuntamento tutto particolare legato alla stessa rievocazione storica: andrà in scena il banchetto medievale.
Per esso, sono state scelte alcune ricette antiche ma che sono ancora in sintonia con il gusto attuale. Si prevede, perciò, un appuntamento con una cucina tutta da gustare, assicurata, dalla qualità delle carni assolutamente locali e da Vincenzo Festa, esperto chef di un ristorante del luogo.
Tutto in una scenografia d'eccezione, quella dell'intero Largo Chiesa affianco alla Cattedrale di Mottola dove solitamente si tengono i giochi medievali. Non mancherà neppure una curatissima coreografia data, tra l'altro, dai boccali in ceramica di Grottaglie appositamente realizzati per l'occasione.
A completare il tutto, vi sarà l'esibizione al centro dei due tavoli disposti ad "U" (proprio come in un antico banchetto medievale), degli artisti Graziano Galatone e Rosalia Misseri, interpreti di «Notre Dame de Paris» di Riccardo Cocciante e di «Tosca» di Lucio Dalla.
Il succulento menù prevede la torta salata farcita con erbe, pancetta, formaggio e mentuccia. Un tripudio, quindi, di carni mottolesi servite su di un "piatto" di pane con capretto arrosto in salsa dorata allo zafferano e bourbelier di cinghiale con salsa speziata di vin rosso: il tutto affiancato da un delicato trito di bietole e spinaci agli odori con olio extravergine di oliva.
Il percorso ideale, che congiunge Mottola all'Inghilterra quale terra natia di San Tommaso, diventa, quindi, anche culinario, oltre che religioso e devozionale.
Così ricetta dopo ricetta (anche se nel Medioevo questo concetto era un po' ...diverso) il percorso culinario si conclude proprio a Canterbury con le pere al vino rosso, secondo l'ortodossia di un'antica ricetta inglese.
Il banchetto medievale verrà degustato dal «Polvere d'Ippocrasso», un vino delicatamente speziato prodotto nelle cantine della Masseria Ludovico di Mottola.
La partecipazione al banchetto può avvenire solo su prenotazione e le sue modalità possono essere richieste all'info 347-0408363.
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione