Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 22:50

Lecce - Tar riammette negli stadi gli ultras

Il questore di Modena aveva vietato a 22 tifosi leccesi per un anno di assistere a manifestazioni sportive dopo una rissa in una stazione di servizio di ritorno da una trasferta a Parma. Il Tar di Bologna ha accolto la richiesta di sospensione dei provvedimento proposta dai difensori dei tifosi
LECCE - Potranno tornare allo stadio ad assistere alle partite di calcio i 22 tifosi leccesi ai quali il questore di Modena aveva vietato per un anno di assistere a manifestazioni sportive per avere partecipato ad una rissa in una stazione di servizio di ritorno da una trasferta a Parma. Lo ha deciso il Tar di Bologna che ha accolto la richiesta di sospensione dei provvedimento proposta dai difensori dei tifosi.
La rissa si era scatenata il 10 aprile scorso in un'area di servizio sull'autostrada del Sole nel territorio di Modena tra le tifoserie del Lecce e del Pescara che si erano incontrate casualmente essendo la prima squadra di ritorno da una trasferta a Parma, la seconda da Piacenza.
I due gruppi si erano presi a botte. Era anche stato lanciato un fumogeno all'interno dell'Autogrill e i pullman dei tifosi erano stati fatti bersaglio del lancio di oggetti contundenti: l'autobus della tifoseria abruzzese aveva riportato il danneggiamento del parabrezza e di quattro finestrini, a quello dei tifosi salentini era stato infranto un finestrino. Il divieto di ingresso negli impianti sportivi era stato disposto nei confronti di un centinaio di tifosi di entrambe le squadre. Il Tar ha accolto la domanda di sospensiva - secondo quanto riferiscono il legali dei tifosi salentini, Ugo Lisi, Saverio Sticchi Damiani e Fabio Lazzari - «considerato che le misure assunte dal questore di Modena nei confronti dei ricorrenti trovano legittimo presupposto negli episodi di violenza specificati nelle premesse degli impugnati provvedimenti» ma i divieti hanno una «portata assolutamente generalizzata e indiscriminata» mentre «come rilevato dalla pressochè univoca giurisprudenza, vanno invece circostanziate con puntuali indicazioni delle manifestazioni a cui è vietato assistere e specifica individuazione anche temporale dei luoghi ove è vietato sostare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione