Cerca

Mercoledì 17 Gennaio 2018 | 06:10

Bari - 20 condanne decapitano clan Fiore

Il gruppo operava nel rione san Pasquale della città nello spaccio di sostanze stupefacenti. Una condanna al termine di un'indagine durata anni. In 30 furono arrestati nel 2002
BARI - Venti condanne a pene comprese tra i 14 anni e i quattro anni di reclusione sono state emesse dal gup del Tribunale di Bari Rosa Anna De Palo al termine del processo con rito abbreviato nei confronti di presunti aderenti ad un'associazione per delinquere finalizzata al traffico, alla detenzione e allo spaccio di sostanze stupefacenti che operava - secondo l'accusa - nel rione san Pasquale di Bari.
Trenta dei 20 condannati furono arrestati dai carabinieri nel novembre 2002 nell'operazione chiamata «Centauro»: degli altri dieci imputati quattro sono stati assolti e sei sono stati rinviati a giudizio poiché non hanno chiesto di essere giudicati con rito abbreviato. Tra le persone ritenute colpevoli il presunto capo dell'organizzazione, Giuseppe Fiore, condannato a 14 anni, Nicola Perney, condannato a sette anni, Francesco Abbrescia (a nove anni), Francesco Attolico (a otto anni), Alessandro Abbrescia (a sei anni) e Domenico Capodiferro (a cinque). Gli altri 14 imputati sono stati condannati - a quanto hanno reso noto oggi i carabinieri - a pene comprese tra i cinque e i quattro anni di reclusione.
Il 30 maggio scorso i militari eseguirono nel rione san Pasquale altre 45 ordinanze di custodia cautelare sempre nei confronti di presunti aderenti al clan Fiore a cui il pm inquirente della Dda di Bari Elisabetta Pugliese contestò anche il reato di associazione mafiosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400