Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 07:48

A Taranto un concerto per le Olimpiadi

Lo eseguirà l'Orchestra della Magna Grecia mercoledì 21 luglio alle ore 21 nel Castello Aragonese. Si accede gratis ma su inviti, che sono ancora disponibili • Ad Atene quest'anno tre atleti jonici • Un legame presente fin dalle origini
TARANTO - Si avvia nel capoluogo ionico il progetto "Sport e cultura della pace" in vista dell'inaugurazione ufficiale delle Olimpiadi di Atene. Taranto, antica capitale della Magna Grecia e patria di grandi atleti e campioni, domani sarà protagonista di uno degli appuntamenti culturali in preparazione del grande evento ateniese con la musica. Quando, poi, a Taranto si parla di musica il pensiero corre subito anche all'Orchestra della Magna Grecia, una delle 13 Orchestre italiane riconosciute dal Ministero come Istituzioni concertistiche orchestrali (Ico). Questo eccellente patrimonio culturale darà il suo contributo al progetto in preparazione al vicinissimo appuntamento quadriennale olimpico, che quest'anno tornerà a tenersi nella sua terra natia. In Grecia, infatti, sono nate le Olimpiadi, ad Olimpia appunto, nel 776 a.C. ed in Ellenia sono iniziate quelle cosiddette moderne, iniziate ad Atene nel 1896.
Evento sportivo, inoltre, che, per distanza fisica, sarà la più vicina alla Città dei Due Mari, oltre all'edizione di Roma nel 1960 e che fu la numero 17 delle 28 sinora tenutesi. Vi partecipano quest'anno alcuni atleti tarantini.
Non poteva, perciò, non partire da Taranto, inoltre capitale della Magna Grecia ed erede legittima dell'intramontabile patrimonio che la civiltà greca ha fatto pervenire al mondo intero, una serie di iniziative che ripropongano tutto ciò e, soprattutto, lo spirito di fratellanza ed incontro di popoli che soltanto l'appuntamento olimpico riesce così efficacemente a far risaltare.
Il Sindaco del capoluogo, Rossana Di Bello, per tutto quello che Taranto rappresenta sotto quest'aspetto, ha inteso candidare l'Orchestra della Magna Grecia per quest'ambiziosa iniziativa culturale che coinvolgerà molti altri Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Nasce così il concerto che, domani 21 luglio alle ore 21 nel Castello Aragonese, vedrà come protagonista la "Magna Grecia". L'esecuzione, che sarà gratuita e aperta al pubblico ma su invito, prevede un programma molto impegnativo concordato dal M° Italo Gomez, vice presidente nazionale del Comitato "Patrimonio e Memoria di una Cultura Mediterranea", e dal M° Piero Romano, direttore artistico della stessa Associazione musicale tarantina. L'antichissima tradizione sportiva di Taranto rinverdirà, quindi, sulle note di tre sinfonie ispirate alle metamorfosi di Ovidio, composte da Karl Ditters von Dittersdof. Il concerto sarà diretto dallo stesso Piero Romano.
Per partecipare al concerto occorre ritirare gli inviti, che sono ancora disponibili, nella sede dell'Associazione Magna Grecia in via Terenzio n. 4, tel. 099-7304422, aperta dalle ore 9.30 fino alle ore 20.
Paolo Lerario
lerariop@libero.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione