Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 03:00

Promotore finanziario salvato dalla furia dei clienti

Galatone: un gruppo di venti persone lo aspettavano sotto casa. Si è salvato grazie all'intervento dei carabinieri che stavano indagando su di lui. L'uomo, 33 anni, sospettato di truffa, svolge dal 2000 l'attività per conto della Banca nazionale del lavoro
GALATONE (LECCE) - Un promotore finanziario di Galatone sospettato di avere truffato i propri clienti è sfuggito oggi alla furia di investitori raggirati che lo aspettavano sotto casa solo grazie all'intervento dei carabinieri che stavano indagando su di lui. L'uomo, che ha 33 anni, svolge dal 2000 l'attività di promotore per conto della Banca nazionale del lavoro ed è stato denunciato per truffa aggravata.
Questa mattina circa venti suoi clienti, resisi conto di essere stati truffati, si sono raggruppati sotto l'abitazione dell'uomo in attesa che uscisse di casa, per chiedergli la restituzione dei soldi. A sedare gli animi è intervenuta una pattuglia di carabinieri che stava compiendo un servizio di controllo nella zona. I militari, peraltro, stavano già indagando sul promotore finanziario in seguito ad una denuncia presentata qualche giorno fa.
Gli investigatori hanno accertato che il promotore finanziario operava su tutto il territorio nazionale e che avrebbe truffato almeno 450 persone, concentrate in gran parte a Galatone e nei comuni limitrofi, per un giro d'affari di diversi milioni di euro: una entità tale da collocare il consulente ai primi posti in Italia.
Secondo l'accusa, le truffe venivano realizzate in alcuni casi investendo solo parte dei soldi che venivano affidati al promotore; in altri casi l'uomo tratteneva per sè parte dei rendimenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione