Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 02:08

Decine di arresti in Puglia per droga

Operazione carabinieri del comando provinciale di Foggia. In carcere 35 persone con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, estorsioni
Droga, cocaina FOGGIA - E' stata chiamata Didi, come il bar dove si svolgevano gli incontri per la succesiva vendita della droga, l'operazione condotta all'alba di questa mattina dai carabinieri del comando provinciale di Foggia che ha portato in carcere 35 persone con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, furti, estorsioni, tentata rapina e danneggiamenti a seguito di incendi. Il blitz è stato portato a termine nei comuni di Foggia, Cerignola, Trinitapoli, San Ferdinando di Puglia, Margherita di Savoia, Orta Nova, San Marco in Lamis, Apricena, Trani, Campobasso e Modena. Gli investigatori hanno scoperto tutta una serie di attività di spaccio della droga che avveniva in particolare a Trinitapoli.
Dopo essersi riforniti della sostanza stupefacente, soprattutto da Trani e Campobasso, i venditori davano appuntamento agli acquirenti nei pressi del bar Didi, l'esercizio commerciale che si trova nella piazza centrale del paese ofantino, nei pressi del palazzo di giustizia. Le indagini hanno preso il via dopo l'omicidio di Cosimo Damiano Cardinale, il bracciante agricolo di 33 anni ucciso, in località Torrago a Trinitapoli, con quattro colpi di fucile il giorno del suo compleanno, il 10 luglio del 2001. Un omicidio che secondo gli investigatori sarebbe maturato nell'ambiente della malavita locale dedita al traffico della droga. 250 i militari che hanno partecipato all'operazione coadiuvati da un elicottero del 6^ elinucleo di Bari e da due unità cinofile del nucle carabinieri di Modugno.
Nel corso dell'operazione, che ha prodotto 12 mila pagine di trascrizioni di conversazioni telefoniche, sono stati sequestrati 5 chili di hashish, 600 grammi di cocaina e uno di eroina.
Nel corso dell'operazione i carabinieri del comando provinciale di Foggia e della compagnia di Cerignola hanno anche scoperto una serie di furti d'auto ed estorsioni condotte con il classico metodo del cavallo di ritorno.
Numerose anche le auto rubate, rinvenute grazie alle intercettazioni e restituite ai leggittimi proprietari prima che questi ultimi pagassero la somma di denaro richiesta dagli estorsori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione