Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 08:29

La disabilità come ricchezza sociale ed economica

Un gruppo di ragazzi down hanno avviato a Rodi Garganico un negozio, aperto nell'arco di tutto il periodo estivo, dove vendono un olio biologico extravergine di oliva di altissima qualità, denominato «Fior di Frantoio»
RODI GARGANICO - La lavorazione dell'olio d'oliva come integrazione sociale dei portatori di handicap e dei disagiati sociali. E' la sintesi di un complesso progetto messo in piedi da Nicola Cuomo, docente presso il Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Bologna e originario del Gargano. Lo scorso anno Nicola Cuomo si occupò dell'integrazione di ragazzi diversamente abili nel mondo del lavoro. Grazie all'apporto delle famiglie e di alcuni sodalizi del posto, oggi otto ragazzi e ragazze di cui 7 con sindrome di Down e 1 con disabilità mentale), quest'anno hanno messo in piedi un progetto sperimentale più ampio, aprendo un negozio dove vendono olio biologico.
«Le famiglie promotrici, avendo un figlio con necessità speciali - spiega Cuomo - vogliono ricercare modalità per realizzare opportunità formative e lavorative per quelle persone che come i loro figli potrebbero, se opportunamente orientati, elevare la loro qualità di vita».
Per questi motivi il gruppo di famiglie che nel settembre 2003 ha sostenuto finanziariamente il progetto denominato "Verso una vita autonoma ed indipendente con l'emozione di conoscere ed il desiderio di esistere", vuole questa estate continuare ed evolvere l'iniziativa sperimentando una possibilità lavorativa e formativa con la supervisione scientifica dell'insegnamento di pedagogia speciale di mia responsabilità».
A tale scopo, è stato aperto nel centro storico di Rodi un punto vendita (aperto fino a settembre 2004) che si innesterà nei progetti di ricerca internazionali che nell'ambito della Pedagogia Speciale, Cuomo sta mettendo in atto presso l'Università di Bologna. Il punto vendita, oltre a costituire un luogo ed una occasione formativa ad alto livello, va a sperimentare modalità per reperire fondi e risorse per sostenere e potenziare le ricerche sulle diverse intelligenze ed in particolare per il superamento degli handicap che le disabilità propongono. A tal fine parte dei ricavi delle vendite saranno destinati alla ricerca. Il punto vendita, quindi, diviene: un'occasione per la ricerca sulla vita adulta e il «dopo di noi»; un itinerario formativo per l'inserimento al lavoro; una circostanza di lavoro che, sia produce ricavi mensili per le persone disabili, sia pone le famiglie e le persone con necessità speciali quali promotori, sostenitori delle ricerche per il superamento degli handicap. Per tale motivo, sarà messo in vendita un olio biologico extravergine di oliva di altissima qualità, denominato «Fior di Frantoio», che sarà venduto sia a Rodi, sia per corrispondenza.
Ulteriori informazioni sul sito della Aemocon di Bologna (www.emozionediconoscere.it)

(Angelo Del Vecchio, Garganopress)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione