Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 02:08

Puglia, 52 milioni per 5 progetti d'impresa

Parere favorevole di Ministero delle Attività Produttive e Sviluppo Italia in base alla legge 181/89. Ne beneficeranno 300 nuovi occupati a Noci, Putignano, Fasano e Mottola
Collage produzioni BARI - Il Ministero delle Attività Produttive e Sviluppo Italia hanno dato parere favorevole al varo di 5 nuovi progetti d'investimento in Puglia per 300 nuovi occupati ed investimenti complessivi per oltre 52 milioni di euro in base alla legge 181/89.
In particolare, il primo progetto riguarda la Tarest Estel facente capo all'omonimo gruppo Estel, leader nel settore dell'arredamento per la casa e per l'ufficio. Il progetto, finalizzato alla produzione di componenti d'arredo direzionale (linea ufficio), armadi e cabine armadio (linea casa), prevede investimenti per oltre 34 milioni di euro e una ricaduta occupazionale di 200 addetti.
Il secondo progetto, che prevede la realizzazione a Noci (Bari) di un centro hi-tech destinato a servizi di monitoraggio ambientale, trova ispirazione nel modello di business del gruppo Sma-Intini (Sistemi per la meteorologia e l'ambiente). Sono previsti investimenti per oltre 9 milioni di euro e una ricaduta occupazionale di 50 addetti.
La terza iniziativa si sostanzia in un ampliamento dell'attuale stabilimento della Sachim di Putignano (Bari), operante nel mercato delle reti e teli in polietilene per il controllo biologico e ambientale. Il progetto prevede investimenti per 3,5 milioni di euro con un' occupazione di 20 addetti.
Tra le iniziative ammesse figura anche la Gioioso Ittica di Fasano (Brindisi), operante nel settore della lavorazione di pesci e molluschi freschi e congelati. Il progetto, che prevede investimenti per circa 4 milioni di euro e 21 nuovi occupati, nasce come ampliamento di un'iniziativa già finanziata con i fondi della ex legge 44/86 (imprenditorialità giovanile).
Il quinto progetto, infine, è un ampliamento promosso dalla Tessitura di Mottola (Taranto), facente capo al Cotonificio Albini di Albino (Bergamo), società leader nel settore dei tessuti di alta qualità per camiceria. L'iniziativa prevede investimenti per 1,7 milioni di euro e 10 nuovi addetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione