Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 05:25

Taranto - A Crispiano il "Carnevale del fegatino"

La manifestazione si svolgerà dal 17 al 25 luglio. Si parte sabato con la "Fiera del Brigantino", domenica 18 sfilata dei carri e corteo storico. Una settimana dopo sarà tentata l'impresa dello spiedo di carne più lungo del mondo
Crispiano Carnevale fegatino CRISPIANO (Taranto) - Divertimento a go-go e l'impegno per un primato.
Sono le promesse di Egidio Ippolito, presidente della Pro Loco crispianese, nel presentare la 6ª edizione del Carnevale del fegatino.
L'appuntamento è fissato dal 18 al 25 luglio prossimi. Il tema di quest'anno è "Sogno Mediterraneo" per significare che Crispiano, per questo secondo importante appuntamento annuale insieme all'altro dicembrino del Presepe Vivente, è pronta ad offrire il meglio di sé per far vivere al visitatore questi intensi giorni vacanzieri come un sogno e farlo divenire, al contempo, co-protagonista di uno spettacolo multiforme e coloratissimo.
Una formula che, evidentemente, funziona alla grande perché questo carnevale fuori stagione ha attirato mediamente oltre 300.000 presenze ad edizione. Grazie anche all'allestimento d un cartellone di proposte sempre più ampio, Ippolito spera che quest'anno il numero aumenti ancor più per promuovere sempre meglio il territorio collinare con la fantasia, la creatività e l'ironia, che sono gli ingredienti essenziali di una manifestazione carnevalesca.
Apertura, appunto, sabato 17 luglio con la "Fiera del Brigantino", che prende il nome dalla maschera tipica crispianese, per la vernice della "Città dei sapori" quale stuzzicante contenitore delle specialità gastronomiche pugliesi e lucane. I giorni successivi, tutti improntati a temi specifici che vano dalle bande musicali alle majorettes, avranno il protagonista principe: il Carnevale.
Domenica 18, infatti, è prevista la sfilata dei carri ed il corteo storico "San Tommaso di Becket", il patrono della vicina Mottola e con cui sono stati avviati degli scambi culturali, per raccontare l'assassinio del vescovo inglese in cattedrale.
Sfilata carnascialesca che si concluderà il sabato successivo con la partecipazione dei Carnevali più importanti d'Italia. Saranno presenti, infatti, gruppi di Venezia, Padova, Viareggio, Villa Literno (Caserta), Cittadella del Capo e Bonifati (Cosenza), Marsala (Trapani), i baresi Putignano, Casamassima, Molfetta ed Alberobello.
La provincia jonica sarà rappresentata da Mottola, Martina e Taranto, mentre gli ormai famosi cartapestai di Massafra saranno gli ospiti d'onore.
«Siamo entusiasti - hanno sottolineato Egidio Ippolito e Giuseppe Laddomada, sindaco di Crispiano - per l'attenzione che i più famosi Carnevali italiani hanno voluto dimostrare con la presenza nel nostro Comune. Significa che il Carnevale crispianese ha raggiunto la degna notorietà e il nostro impegno per il futuro sarà quello di trasformarlo nella Venia del Sud».
Gli ingredienti, folkloristici ed enogastronomici, ci sono tutti nella giusta dose perché l'appuntamento abbia il successo meritato. Ancor più se, per il gran finale di domenica 25, i macellai ed i ristoratori crispianesi riusciranno a portare a termine l'impresa promessa: preparare lo spiedo più grande preparandolo con l'ottima carne locale, bombette e salsiccia a punta di coltello: il record per quest'anno è stato fissato a 6 metri, che consentirà di entrare nel guinness dei primati.
Per chi vuol saperne di più per prepararsi a tutti i peccati di gola e dimenticare ogni consiglio utile per la linea può cliccare l'indirizzo ufficiale www.prolococrispiano.it ed info: info@prolococrispiano.it
Paolo Lerario
lerariop@libero.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione