Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 03:02

Ad un francese il 1° premio "Festival della Chitarra"

Il giovane Thibault Cauvin è riuscito a soddisfare le attese della prestigiosa giuria che, a Mottola, ha dovuto scegliere tra 36 talentuosi musicisti
MOTTOLA (TARANTO) - E' calato, ieri sera, il sipario sulla tredicesima edizione del Festival della Chitarra - Città di Mottola, che è divento quasi l'emblema delle annuali iniziative culturali del comune ionico. Sono stati assegnati tutti i premi in concorso dopo che, per due anni consecutivi, la severa giuria del Festival aveva ritenuto di non dover assegnare il primo premio: non aveva giudicato i partecipanti all'altezza.
Particolare lustro, quindi, al giovane francese Thibault Cauvin che è riuscito a soddisfare le attese della prestigiosa giuria, presieduta addirittura da Carlos Bonell e composta anche dall'argentino Javier Garcia Moreno, lo spagnolo Fernando Tavolato e gli italiani Roberto Fabbri, Dario Caruso e Luciano Damiani. Il vincitore Cauvin è stato premiato con una somma di 3.000 euro, la realizzazione di un compact disc e tre concerti da tenersi a Madrid, Atene e Mottola, in occasione della prossima edizione del Festival.
Al secondo posto si è classificato il montenegrino Goran Krivocapic ed al terzo Patrick Vena della Finlandia.
Per il premio finale sono stati in 36 a contendersi la vittoria, nel corso di una competizione di grande difficoltà e dinnanzi ad una simile qualificata ed esigente giuria.
I concorrenti italiani sono stati diciotto e altrettanti sono stati gli stranieri (provenienti da Stati Uniti, Cile, Ecuador, Messico, Giappone, Austria, Repubblica Ceca, Grecia, Germania e Spagna).
Si è chiusa ieri un'intensa settimana all'insegna dei virtuosismi sulle sei corde, esaltati dai big mondiali della chitarra ed all'insegna della recitazione con la musica. Come, nell'ultimo appuntamento, la performance dell'attore Alessandro Haber che, sulle note del tango argentino eseguite dal "Guitart Quartet", ha reso indimenticabile lo spettacolo di chiusura. Haber, proponendo un'insolita "Histoire du Tango" tratta dalle opere di J.C. Borges, ha dovuto sottoporsi a cinque bis.
L'edizione 2004 è stata sponsorizzata in esclusiva da Pasta Ambra di Puglia e realizzata in collaborazione con il Comune di Mottola, con il sostegno della Regione Puglia e del Lions Club Massafra-Mottola Le Cripte.
Paolo Lerario
lerariop@libero.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione