Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 17:28

Barletta - "Pizzo" per il motocarro: due arrestati

Cinquecento euro era stata la richiesta avanzata da due estorsori di Trinitapoli ad un agricoltore, derubato anche della motozappa. La cattura è stata effettuata da due poliziotti che hanno finto di essere una coppietta di fidanzati appartata
BARLETTA - Il motocarro in cambio del "pizzo". Cinquecento euro è stata la richiesta avanzata da due estorsori di Trinitapoli, Cosimo Damiano Santovito, 41 anni, e Gaspare Modugno, 42 anni, alla vittima di turno: un agricoltore barlettano finito nelle grinfie dei due manigoldi. L'uomo era stato derubato domenica mattina dell'autocarro e della motozappa. L'uomo, era al lavoro in un terreno tra Barletta e Trinitapoli, quando è stato "alleggerito" dei mezzi agricoli ed è stato costretto a tornare a casa a piedi.
Ma l'estorsione non è andata a segno: l'agricoltore derubato ed inviperito dopo aver ricevuta la puntuale richiesta del pizzo, ha infatti avvertito i poliziotti della squadra anticrimine del Commissariato di Barletta che hanno predisposto un preciso piano per incastrare i suoi due estorsori.
Fissato il luogo per la consegna del "pizzo" (un terreno alla periferia di Barletta) e le modalità per sua consegna i poliziotti hanno avuto cura di fotocopiare le banconote che, come da accordi, sono state poi ritirate dai due malfattori. All'appuntamento però c'erano anche un poliziotto ed una poliziotta che, fingendosi fidanzati in cerca di "privacy", hanno potuto filmare l'intera scena. Poi al momento opportuno, sono venuti allo scoperto, incastrando i due trinitapolesi.
Per entrambi è scattato l'arresto per estorsione in concorso: sono stati trasferiti nel carcere di Foggia dove saranno interrogati nelle prossime ore. L'autocarro e la motozappa, oltre al danaro, sono stati restituiti all'indomito agricoltore.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione