Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 21:53

A Bari la luce e i colori di Don Pedro

In mostra per una settimana al Fortino di S. Antonio, dal 1° al 7 luglio, le opere di Don Pedro, artista molese emigrato in Venezuela. Don Pedro affida ai suoi quadri le irradiazioni del colore per trasmettere un messaggio di amore universale
BARI - I quadri sembrano specchi d'acqua dove i riflessi di colore danzano e si spandono, ammmirarli significa tuffarsi in un percorso introspettivo attraverso il quale riappropriarsi di sentimenti dimenticati e che riaffiorano come i colori, strato su strato, dando forma a figure appena abbozzate e pur così forti e decise. Sono le opere di Don Pedro che dal 1° al 7 luglio si possono ammirare a Bari presso il Fortino di S. Antonio, nella città vecchia.
L'opera di Don Pedro (l'artista è nato a Mola di Bari, ma dal 1947 vive in pianta più o meno stabile in Venezuela) è il frutto di una ricerca costante della verticalizzazione, al centro della quale vi è la luce; una luce che permette di meditare sulle forme, di cogliere la «mediazione» (nel senso di stare in mezzo all'azione) di un luogo psichico dove l'artista intinge i suoi pennelli per trovare l'essenza di un gesto, di un paesaggio o di un volto. Don Pedro affida ai suoi quadri le irradiazioni del colore per trasmettere un messaggio di amore universale e come bambini ci si emoziona davanti a queste opere, perché si intuisce che sono sogni che ognuno di noi ha fatto, almeno una volta nella vita.

Per saperne di più: http://utenti.lycos.it/fabrispiero/

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione